Rossi: “Diawara? È destinato a una grande squadra, sarebbe un bel colpo per il Napoli”

Rossi: “Diawara? È destinato a una grande squadra, sarebbe un bel colpo per il Napoli”

Le parole dell’ex allenatore rossoblu Delio Rossi.

È destinato a una grande squadra, sono certo che al San Paolo in Champions League non gli tremerebbero le gambe“. Il calciatore in questione è Amadou Diawara, e a parlare è l’allenatore che un anno fa lo ha lanciato nel calcio che conta: Delio Rossi. L’ex mister rossoblu ha parlato a TuttoNapoli.net affrontando varie tematiche, a partire proprio dal regista guineano seguito dai partenopei: ” “Era stato acquistato per giocare in Primavera, ma in allenamento mi colpì per la sua personalità ed allora decisi, rischiando, di schierarlo subito titolare. È stato bravo a farsi trovare pronto. Deve migliorare nell’impostazione del gioco mentre in fase di non possesso è già molto bravo. Può essere un buon acquisto per il Napoli? Sì, è destinato ad una grande squadra. Sono certo che al San Paolo, in Champions League, non gli tremerebbero le gambe. Certo, magari sbaglierà, andrà fuori registro, sarà troppo irruento, ma sarebbero peccati di gioventù. Di sicuro si farà dar palla, non si nasconderà. Sarebbe in grado di giocare anche da mezzala? Potrebbe, ma ha meno corsa nel lungo. Fisicamente è simile ad Allan, ma il brasiliano ha più tempi d’inserimenti, è bravo ad inserirsi nello spazio. Diawara non è un giocatore lento ma è più rapido nel breve, nel recupero e smistamento veloce della palla”.

Rossi ha poi parlato anche di Giaccherini: “È un giocatore molto sottovalutato. Ha disputato un grande Europeo, è duttile ed intelligente. Ha capacità di inserimento, di lettura dell’azione. Sa stare in campo, dialoga con la squadra. Paradossalmente si sente quando non c’è, non quando c’è”.

Infine una battuta su Gabbiadini: “Lui vuole giocare prima punta, ma rende meglio come attaccante esterno e soffre tanto per questo aspetto. Manolo non è particolarmente rapido negli ultimi metri anche se ha un discreto colpo di testa ed attacca bene la profondità. Dalla destra, col suo mancino, tra i migliori in Italia, potrebbe fare grandi cose”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy