Rossi conta i superstiti, sperando di riabbracciare qualcuno

Rossi conta i superstiti, sperando di riabbracciare qualcuno

C’è una squadra intera fuori, o quantomeno che non si allena. Due settimane di lavoro che sarebbero servite per raddrizzare il Bologna, in realtà sono passate contando gli infortunati. Rossi presta un occhio non solo al campo, ma anche all’infermeria e a chi si sta allenando a parte. Dieci i giocatori di cui il tecnico non può disporre, ci sono gli infortunati Donsah, Giaccherini, Ferrari e Zuculini, gli acciaccati Maietta, Morleo, Brienza, Mounier e Acquafresca, più il nazionale Taider. C’è materiale per costruire una squadra competitiva. In realtà, qualcuno di questi domenica ci sarà, ma Delio Rossi non ha comunque potuto lavorare tatticamente sul campo perché in queste due settimane la partitella è stata resa possibile grazie all’inserimento di qualche ragazzo delle giovanili. Bologna ultimo, e senza possibilità di sfruttare nel migliore dei modi la sosta.

Proviamo ad andare con ordine per capire chi ci potrà essere e chi no. Sicuramente out Ferrari e Giaccherini, per entrambi la possibilità di ritornare la settimana successiva a Modena contro il Carpi. Fuori ovviamente Zuculini che probabilmente tornerà a fine novembre. Più lieve la situazione degli altri. Acquafresca si allena a parte ma ci sarà, anche se ormai pare fuori dalle rotazioni di Rossi, Maietta dovrebbe recuperare dalla contusione al ginocchio e fornirà una alternativa dalla panchina, mentre Taider tornerà mercoledì dopo l’impegno con la nazionale. Rimangono tre elementi importanti, il capocannoniere Anthony Mounier ha svolto un programma personalizzato ma non ha particolari problemi fisici e sarà della partita, anche perché giocare la prima sfida decisiva senza il miglior marcatore sarebbe un dramma. Brienza va centellinato, ma in questo inizio di stagione, complice l’assenza di Giaccherini, ha dovuto sobbarcarsi un minutaggio elevato che gli sta facendo pagare il conto. Dovrebbe farcela per domenica. Infine, il caso più delicato: Godfred Donsah. Il mese di tempo per il suo recupero dall’infortunio muscolare sta per scadere, si parlava di un ritorno in gruppo già ad inizio settimana ma molto probabilmente accadrà domani se tutto procede regolarmente in queste ore. Questo non significa in automatico vederlo schierato al centro del campo domenica, anzi, pur di evitare una nuova ricaduta lo staff medico userà tutte le precauzioni del caso. Con questa conta degli uomini, il modulo e la formazione per domenica non dovrebbero subire importanti variazioni. Masina sarà confermato a sinistra, in mezzo Oikonomou e probabilmente Rossettini (aspettando una migliore condizione da parte di Gastaldello) mentre a destra se Krafth non fosse ancora leggermente indietro si prenderebbe la maglia al posto di Mbaye, quasi certamente però giocherà il senegalese. In mediana, ballottaggio Diawara-Crisetig in mezzo al campo, favoritissimo il primo, mentre per il ruolo di mezzala si può scegliere tra Pulgar, Rizzo, Brighi, Taider e Crimi. Se l’algerino ritornerà mi buone condizioni potrebbe prendersi la maglia da titolare. In avanti, l’idea è confermare il tridente Mounier-Brienza-Destro, se l’ex Cesena starà bene giocherà.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anima Rossoblu - 2 anni fa

    Ritiro fino a quando non si raggiungono almeno 9 punti. Altrimenti…a lavorare!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy