Rossi: “Buon Bologna, risultato ingiusto”

Rossi: “Buon Bologna, risultato ingiusto”

Delio Rossi è alla quinta sconfitta su sei partite di campionato, una situazione che lo pone in una condizione di rischio, soprattutto in vista della trasferta contro la Juve. Il Bologna, inoltre, è stazionario nelle parti basse della classifica. Il mister si è presentato in conferenza stampa per analizzare la sconfitta contro l’Udinese, secondo Rossi il Bologna non avrebbe demeritato.

Rossi, buon primo tempo, ma nella ripresa è arrivata la rimonta. Come mai?
“Per settanta minuti non ho visto una squadra in calo, anche nella ripresa abbiamo avuto più occasioni per segnare. Mirante ha fatto una parata, secondo me è stato la migliore prestazione di questo inizio. Si tiene conto dei risultati ma anche gli episodi non ci sono andati a favore. Quando non ti danno un fuorigioco…”.

Si sente in bilico?
“Sono sempre in bilico, non ddevo convincere nessuno”.

Giaccherini? Schierato di nuovo troppo presto?
“Il ragazzo stava bene, si era allenato ed era pronto. Mi dispiace per lui. Se schiero un giocatore significa che sta bene”.

I falli di mano?
“Di solito vorrei parlare degli episodi quando si vince, sennò passi da vittima alla ricerca di alibi. Abbiamo fatto bene, l’unico limite è non aver chiuso la partita, in Serie A paghi questo fattore. Oggi ho visto una squadra più sicura anche in fase di possesso palla”.

Però questo Bologna cala nella ripresa..
“Siamo calati a metà campo, ma non ci creavano problemi. Forse mancava fluidità. se non teniamo i ritmi alti andiamo in difficoltà”.

Cosa manca a questo Bologna?
“Vorrei che i ragazzi avessero più sicurezza nei loro mezzi, consapevolezza che questa è la strada da perseguire”.

Come spiega i gol presi negli ultimi venti minuti?
“Nei momenti finali serve attenzione, ma dipende da come nascono i gol. Col Sassuolo dabenaggine nostra, oggi a palla scoperta sono saliti ma era fuorigioco. Hanno visto un attaccante oltre la linea e i difensori sono saliti. A palla scoperta di solito si scappa indietro. Non gettate però la croce addosso a questi ragazzi, stanno dando il massimo”.

Pensa che il Bologna uscirà da questo momento?
“Faccio questo mestiere da tanti anni, so che ci sono alti e bassi e so che non è facile”.

L’anemia di Destro?
“A me pare stia facendo meglio, dobbiamo supportarlo meglio noi e lui farsi aiutare. Se giochi con questo atteggiamento il gol arriverà”.

Pericolo crollo psicologico?
“Non dobbiamo avere questo timore, non sono nella testa degli altri, so che l’umore non sarà al top e che il calendario propone partite difficili ma la paura non ci deve essere”.

La salvezza è a rischio?

“Le basi per raggiungere l’obiettivo ci sono, se la pensassi diversamente non sarei qui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy