Rizzo Nervo: “Lavoriamo per la tutela del Dall’Ara”

Rizzo Nervo: “Lavoriamo per la tutela del Dall’Ara”

L’intervento dell’assessore Luca Rizzo Nervo a Quasi Gol

Ospite di Quasi Gol su Rete 7, l’assessore allo sport Luca Rizzo Nervo ha fatto il punto sulla situazione legata alla ristrutturazione dello stadio Dall’Ara. Dicembre è stato il mese dell’incontro con la Soprintendenza, il comune ha avviato un percorso istituzionale atto a facilitare le operazioni di restyling. Rizzo Nervo entra nei dettagli della collaborazione: “L’opzione stadio nuovo non c’è, si lavora sul Dall’Ara forti di una collaborazione con la società rossoblù importante. Dicembre è stato un mese fondamentale, abbiamo avviato un iter di collaborazione istituzionale che ci consentirà di valutare le linee guida del progetto, capiremo se questo troverà un riscontro positivo nella Soprintendenza. Questo condizionerà ovviamente le scelte del Bologna. La Soprintendenza ci ha segnalato un ulteriore passo, a metà gennaio presenteremo una relazione completa che illustrerà i benefici dell’intervento oltre alla nostra idea di ristrutturazione del Dall’Ara come tutela dell’impianto. Se si facesse uno stadio nuovo il mantenimento del Dall’Ara porterebbe con sé costi importanti ed una cattiva tutela dello stadio”.

Fondamentale anche il tema della copertura totale, Rizzo Nervo è consapevole della necessità di migliorare il confort per i tifosi: “Nel primo incontro la Soprintendenza non ha espresso un sì o un no, oggi però l’idea di riammodernare uno stadio non può non passare da una copertura totale dell’impianto. I livelli di confort devono essere maggiori rispetto a quelli attuali. Il discorso è sempre lo stesso, per tutelare al meglio il Dall’Ara sarebbe necessario proseguire il progetto di riqualificazione. Altrimenti si rischia di ripercorrere la strada del Flaminio a Roma”.

Sul rapporto con il proprietario del Bologna Joey Saputo, Rizzo Nervo è chiaro: “Siamo di fronte ad una persona seria con visione e lungimiranza, è capace di pensare non solo all’oggi ma anche al futuro. E’ una grande occasione e una grande fortuna per il Bologna avere Saputo proprietario”. Gli viene chiesto poi se nel tempo l’assessore ha mantenuto rapporti con l’ex presidente Tacopina: “Ho avuto modo di fare gli auguri di buon Natale a Tacopina in questi giorni. Ricordo i primi incontri con Saputo e Tacopina, già allora il tema stadio entrò immediatamente nei nostri colloqui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy