Rinnovi: Verdi, mancano solo i bonus, per Donadoni tempi più lunghi ma si farà

Rinnovi: Verdi, mancano solo i bonus, per Donadoni tempi più lunghi ma si farà

Vicino la fumata bianche per Simone Verdi, per il mister tempi più lunghi ma la firma arriverà prima del preraduno in Sardegna

Il calciomercato è fatto pure di riconferme.

Ed è proprio da queste ha annunciato di voler ripartire il club, che per bocca di patron Saputo ha blindato i suoi talenti in rampa di lancio e l’allenatore. Non a caso Verdi e Donadoni sono argomenti di attualità. I due condividono lo stesso procuratore e quest’ultimo, tra oggi e domani, incontrerà la dirigenza rossoblù per la terza volta nelle ultime due settimane: per entrambi si tratta il rinnovo e la fumata bianca è vicina.

Serve un ultimo passo. Per quel che riguarda il fantasista, il Bologna, partito da una base di offerta da 500mila euro fino al 2022 si è avvicinato alla richiesta di 700mila euro. Nelle prossime ore le parti discuteranno di bonus per colmare la distanza tra domanda e offerta e da ambo le parti filtra ottimismo sul lieto fine, tanto è vero che il giocatore continua a non prendere in considerazione i sondaggi di Napoli e Lazio, a caccia di sostituti per i partenti Pavoletti e Keita.

Serviranno tempi più lunghi per sistemare il prolungamento fino al 2019 del tecnico, attualmente in vacanza. Ma tanto l’allenatore quanto il club intendono sistemare la pratica prima della partenza per il preraduno di Castiadas, fissata per il 2 luglio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy