Ringhio vs Superpippo, ma non c’è spazio per i sentimenti

Ringhio vs Superpippo, ma non c’è spazio per i sentimenti

Il Resto del Carlino sulla sfida tra amici domani al Dall’Ara

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

In campo Ringhio Gattuso guardava le spalle a Pippo Inzaghi, sacrificandosi un po’ per tutti a centrocampo per dare equilibrio ad una squadra, il Milan, molto basata sulla qualità e il talento offensivo. Ma domani sera Gattuso non potrà certo guardare le spalle a Inzaghi, anzi, farà di tutto per batterlo e salvare la propria panchina a discapito di quella dell’amico.

Non ci sarà spazio per i sentimenti domani sera al Dall’Ara tra due amici che insieme in rossonero hanno vinto 2 Scudetti, 2 Champions League, 2 Supercoppe Italiane, 2 Supercoppe Europee, una Coppa Italia e un Mondiale per Club. In aggiunta a tutto ciò pure un Mondiale con l’Italia nel 2006. Tutto però sarà dimenticato all’interno di quei novanta minuti in cui entrambi cercheranno di battersi per salvare il proprio lavoro, non a caso per i quotisti sono i due tecnici più a rischio esonero. Ma anche da allenatore i due hanno vissuto percorsi nel club rossonero. Pippo ha guidato Allievi e Primavera prima di arrivare in prima squadra nel 2015, ma dovette poi rilanciarsi dal basso in Serie C col Venezia. Gattuso ha allenato anche lui la Primavera, ma come una ripartenza nel 2017 dopo le esperienza a Sion, Palermo, Creta e Pisa.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy