Rapporti tesi tra Piraino e il Bologna: l’agente di Krafth vuole i suoi soldi

Rapporti tesi tra Piraino e il Bologna: l’agente di Krafth vuole i suoi soldi

Il procuratore di Diawara e Krafth ha emesso un decreto ingiuntivo contro la società rossoblu.

Ancora frizioni tra Daniele Piraino e il Bologna. Il procuratore di Diawara che già aveva creato problemi ai rossoblu la scorsa estate, rappresenta anche Krafth e ha appena emesso un decreto ingiuntivo contro la società felsinea. Lamenta il mancato pagamento delle commissioni legate all’arrivo del terzino svedese: si tratta di una cifra vicina ai 50mila euro. Ora il Bologna ha quaranta giorni per decidere se saldare o fare opposizione e andare in causa.

Il problema non è economico ma di immagine. Per evitare uno scomodo contenzioso Saputo potrebbe decidere di pagare i 50mila euro e chiudere la questione senza intaccare la reputazione del Bologna. Resta chiaro che bisogna trovare un accordo tra società e Piraino per evitare in futuro altre spiacevoli diatribe.

Lo riporta Il Corriere di Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy