Qui Genoa: Perotti non al 100%, torna De Maio

Qui Genoa: Perotti non al 100%, torna De Maio

E’ un Genoa ferito quello che si prepara alla sfida di domani contro il Bologna. Le due sconfitte di fila hanno avvicinato pericolosamente il Grifone alla zona-rossa, una posizione che non rispecchia le aspettative di inizio stagione. Mister Gasperini sta preparando nei minimi dettagli la partita, conscio della posta in palio, che va oltre i tre punti. Non riuscire a centrare la vittoria nell’ultimo match casalingo del 2015, per di più contro una diretta concorrente, porterebbe ancora più agitazione ad un ambiente già di per sé caldo.

Dopo la sconfitta con l’Inter, maturata a causa del gol di Ljajic su punizione, è scattato l’allarme. Non tanto per la prestazione, quanto per l’ennesima rete subita su calcio da fermo, la quarta in questo campionato. Una statistica che preoccupa Gasperini, che col Bologna ritroverà De Maio, che ha giocato appena due partite delle ultime sette, a causa dell’espulsione con conseguente squalifica rimediata col Sassuolo. Il Genoa ha bisogno di certezze e il difensore francese è l’ideale in questo senso, basti pensare che per due mesi è stato titolare inamovibile.

Rinforzata da De Maio, la difesa genovese sarà chiamata ad un compito duro: limitare Destro, uno degli attaccanti più in forma del momento. A Marassi si ricordono bene del bomber marchigiano, che con la maglia del Genoa realizzò il primo gol fra i professionisti e che nello stesso stadio contribuì, nell’aprile 2012, alla vittoria del Siena per 4 a 1, che fece esplodere di rabbia i tifosi di casa.

A guidare l’attacco di Gasperini ci sarà Perotti che, appena rientrato, non è ancora al meglio e mercoledì ha saltato l’allenamento. La sua presenza non è comunque in discussione, anche perché l’argentino vuol fare di tutto per non abbandonare i compagni in un momento tanto delicato. Chi non ci sarà è Dzemaili, mentre Tachtsidis è recuperato.

Per la partita di domani, lo schema di gioco sarà ancora il 3-4-3, con il centrocampo confermato in blocco. Qualche dubbio ancora per Gasperini, che potrebbe spostare a destra Rincon, sacrificando così Figueiras. Maggiori indicazioni si avranno oggi, quando l’allenatore ex Inter si presenterà ai microfoni per analizzare la situazione come in ogni vigilia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy