Questione centrocampo, ma non solo: le opinioni di Aquino e Campione

Questione centrocampo, ma non solo: le opinioni di Aquino e Campione

Le parole e le impressioni sul momento del Bologna di Luca Aquino e Manfredi Campione durante la trasmissione “Mondo Gol”.

In casa Bologna è tempo di mettere da parte la sbornia post vittoria con l’Atalanta per concentrarsi sul delicato match di sabato a Verona. Una delle tematiche più scottanti è la situazione a centrocampo. Donadoni, nel secondo tempo di domenica, ha testato l’efficacia di Franco Brienza nell’inedito ruolo di regista davanti alla difesa. Non c’è però solo l’ex Cesena nei pensieri del mister felsineo: Matteo Brighi, che fino a adesso ha collezionato appena 110 minuti di utilizzo, scalpita ed è dato in gran forma.

Alla trasmissione “Mondo Gol” hanno detto la loro, proprio su queste tematiche, il giornalista del Corriere di Bologna e della Gazzetta dello Sport, Luca Aquino, e l’inviato di E-Tv, Manfredi Campione. Il primo si è concentrato sull’esperimento di Brienza come playmaker e su quelli che potrebbero essere i cambi di formazione in vista del match del Bentegodi. “Non mi stupisce il tentativo di mettere Brienza a centrocampo: è qualcosa che si avvicina molto a quanto fatto dallo stesso Donadoni con Marchionni a Parma. L’ex Palermo e Cesena ha le qualità tecniche per fare il regista. Per quanto riguarda il possibile undici per la partita di Verona, c’è da valutare la situazione Ferrari, che non sta attraversando un momento facile. Attualmente Donadoni non ritiene M’Baye pronto; vediamo quando rientrerà Kraft e se il mister lo prenderà in considerazione. Rossettini a destra può essere un opzione per stare più coperti“.

Campione ha invece raccontato le impressioni sull’allenamento del Bologna di questa mattina, rivelando anche alcuni particolari interessanti. “Alla seduta di stamani erano presenti circa cinquanta tifosi , si respirava decisamente un clima più disteso rispetto a qualche giorno fa. Nelle partitelle mi ha colpito in particolare Brighi, che sta ritrovando la forma. Il centrocampista ex Juve può far fare un salto di qualità alla mediana e non escludo che possa essere titolare già da sabato. Lo schema provato è sempre il 4-3-3. In difesa, Rossettini ha giocato sia a destra che al centro. A inizio allenamento, Donadoni ha responsabilizzato gli uomini più importanti, fra i quali rientra sicuramente anche Ferrari, apparso in difficoltà nelle ultime due gare. Maietta è entrato bene domenica, può essere un’alternativa importante per Verona. Entrambi torneranno comunque utili in caso di difesa a tre, sulla quale il tecnico rossoblù lavorerà dopo la sosta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy