QS: il pagellone di fine stagione

QS: il pagellone di fine stagione

Il bilancio della stagione della Bologna con tutti i voti ai protagonisti. Da ‘Il Resto del Carlino’.

Cala il sipario sulla stagione del Bologna e arriva così il momento dei bilanci. Il Resto del Carlino ha provato a dare una valutazione alle varie componenti della società, dell’ambiente e della squadra rossoblu in questa stagione: ecco il pagellone.

Il voto più alto lo meritano i coniugi Saputo: Joey e Carmie hanno conquistato il popolo bolognese con la loro grande umiltà e gentilezza. Voto 9.

Male invece l’attacco che si segnala come il reparto più debole della rosa e anche il peggiore del campionato. Il Bologna ha chiuso la stagione con 33 gol segnati, tre in meno di Higuain, da solo. Voto 5,5.

Delio Rossi è durato solo dieci partite sulla panchina rossoblu, nonostante le disastrose prestazioni  ha anche saputo battere le dirette concorrenti Carpi e Frosinone, ma soprattutto ha scoperto il grande talento di Diawara, lanciandolo con coraggio tra i titolari. Voto 6-. Il suo sostituto, Roberto Donadoni, si guadagna una valutazione decisamente più alta grazie alla conquista anticipata della salvezza e alle esaltanti imprese contro Napoli, Roma, Juventus e Milan.Voto  7,5.

Nel team dirigenziale spicca Fenucci che gestisce al meglio la società quando Saputo è in Canada e ha quasi chiuso la trattativa per portare un numero uno come Sabatini a Bologna. Voto 8. Poi c’è Corvino: al suo primo anno in rossoblu ha ottenuto la promozione e nel secondo una salvezza anticipata, in più ha regalato al Bologna Diawara. Voto 7. Infine c’è il club manager Marco Di Vaio sempre in ottimi rapporti con il chairman Saputo. Voto 7,5.

Tra i giocatori il gioiello è Amadou Diawara, classe 97′ faro del centrocampo rossoblu e già corteggiato dai top club europei, ma può restare ancora a Bologna. Voto 8.

Mattia Destro è stato l’investimento più oneroso fatto da Saputo la scorsa estate e il numero 10 non ha deluso: ha chiuso la stagione con otto gol, senza giocare le ultime nove partite e praticamente neanche le prime dieci. Ha tutte le potenzialità per riconfermarsi e migliorare molto. Voto 7.

Adam Masina è una delle sorprese più positive, il giovane terzino sfornato dalle giovanili rossoblu è già nel giro della nazionale e alla sua prima stagione in serie A è stato la colonna del Bologna. Futuro garantito, voto 7.

Zuniga è stato fondamentale nelle vittoria del Napoli al San Paolo contro il Bologna. Voto 5,5.

Acquafresca continua a rifiutare le proposte di altre squadre: vuole rimanere in rossoblu dove percepisce un buon ingaggio e non crea problemi. Senza voto.

Infine la tifoseria. La media di afflusso al Dall’Ara con Guaraldi in B era di 16.500 spettatori a partita, quella con Saputo 17.000, solo 500 in più. Sicuramente è un dato che fa riflettere ma ci sono numerose attenuanti che giustificano i numeri non esaltanti: prezzi alti, orari variabili e stadio da rinnovare. Nonostante la bassa affluenza, i tifosi del Bologna hanno sempre sostenuto la squadra anche nei momenti peggiori, seguendola anche in trasferta e restando vicino ai giocatori e al presidente, coccolato e idolatrato. Voto 8.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy