Punta e esterno d’attacco: ecco gli obiettivi per gennaio del Bologna

Punta e esterno d’attacco: ecco gli obiettivi per gennaio del Bologna

La partita di sabato col Torino ha evidenziato l’assenza di un degno sostenuto di Mattia Destro. La società si è messa già al lavoro per rimediare: l’obiettivo principale è Marco Borriello.

La partita di sabato col Torino, oltre che ricacciare il Bologna in zona retrocessione, ha evidenziato l’assenza di un degno sostenuto di Mattia Destro. Il vuoto lasciato là davanti dal numero 10 rossoblù si è fatto sentire: squadra incapace di ripartire in contropiede e senza un punto di riferimento che l’aiutasse a salire nei momenti di difficoltà. Mancosu e Aquafresca non si sono rivelati all’altezza, sia per demeriti propri che dei compagni, e a gennaio uno dei due partirà, con l’ex Trapani che appare senza dubbio più piazzabile, anche solo per una questione d’ingaggio.

Il mercato dovrà quindi portare obbligatoriamente una prima punta che possa giocare al posto o con Destro. Come racconta stamani il Corriere di Bologna, il primo nome della lista di Pantaleo Corvino è quello di Marco Borriello, grande protagonista con un gol e un assist del blitz del Carpi a Marassi col Genoa. La prestazione di ieri e l’importanza del bomber napoletano all’interno degli schemi di Castori rendono tuttavia l’affare complicato. Il patron dei biancorossi Bonacini ha ribadito la volontà di trattenere l’ex Roma almeno fino a giugno, ma Corvino ci proverà fino alla fine.

Con Niang che è destinato a restare un sogno, visti i due gol realizzati contro la Samp, la vera alternativa a Borriello è rappresentata da Marcello Trotta dell’Avellino. Il classe ’92 si sta rivelando una delle punte più promettenti in Serie B: dopo la brillante seconda parte dello scorso campionato, l’esplosione quest’anno con già sei reti in quattordici presenze. La concorrenza per il talento campano è però spietata, con il Palermo che è dato in pole per accaparrarselo.

Un altro giovane finito nei radar del Bologna è il diciannovenne del Goteborg Gustav Engvall, rivelazione dell’ultimo torneo svedese. L’agente ha svelato l’interesse nei confronti del suo assistito da parte della società di Saputo, ma nel caso sarebbe un’operazione aggiuntiva, fatta principalmente in ottica futura.

Infine, il capitolo esterno. Biabiany resta sempre il favorito di Donadoni, ma decisiva sarà la volontà del calciatore. Se l’Inter dovesse acquistare un’ala da schierare al suo posto, allora l’ex Parma potrebbe davvero spingere per la cessione. L’operazione Iturbe resta invece più difficile. La Roma lo ha messo sul mercato, ma la concorrenza di tante big e l’ingaggio proibitivo spingono l’ex Verona lontano da Bologna.

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy