Portiere-omicida: gli sponsor scappano

Portiere-omicida: gli sponsor scappano

Il 32 enne portiere Bruno, scarcerato lo scorso 24 febbraio e in attesa di appello, potrebbe tornare in campo in una squadra di Serie B brasiliana

Come riportato dall’Ansa, il club brasiliano Boa Esporte, che venerdì scorso ha annunciato di voler tesserare il portiere Bruno Fernandes de Souza (ex Flamengo), condannato a 22 anni di reclusione per l’omicidio della modella Eliza Samudio (il suo corpo esanime fu dato in pasto ai cani), con questa “strategia” sta facendo scappare i principali sponsor del club.

Gli sponsor, tramite un comunicato, hanno fatto sapere che strapperanno letteralmente i contratti in essere se Bruno verrà tesserato. Il portiere è stato scarcerato pochi giorni fa, poiché i giudici hanno stabilito che non fu lui ad uccidere la ragazza nel 2010, ma la fece uccidere da un suo amico poliziotto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy