Playoff, sette volte su nove promossa la terza in classifica

Playoff, sette volte su nove promossa la terza in classifica

C’è un tabù da sfatare. I play off sono stati istituiti dieci anni fa e per ben sette volte a raggiungere le prime due squadre in serie A è stata la terza in classifica.

E’ successo al Torino nel 2005-2006, al Lecce nel 2007-08, al Livorno, al Brescia e al Novara negli anni seguenti. Nel 2012-13 è toccato nuovamente al Livorno.

Solo due volte non è stata la terza a salire nella massima serie. La prima squadra a sfatare il tabù fu la Sampdoria di Gastaldello e Krsticic nella stagione 2011-2012: dopo il sesto posto nella stagione regolamentare i blucerchiati eliminarono il Sassuolo in semifinale e il Varese in Finale.

Poi è stata la volta del Cesena, che proprio lo scorso anno ha ottenuto la promozione dopo essersi piazzato al quarto posto in campionato battendo Modena e Latina. 

Diversa la situazione che si verificò al termine della stagione 2006-07, quell’anno si ricorda infatti per la promozione diretta di Juventus, Napoli e Genoa. Quale fu il motivo? La formula originaria dei play off prevedeva che agli spareggi accedessero le squadre piazzate tra la terza e la sesta posizione a patto che la terza non avesse almeno 10 punti di vantaggio sulla quarta. Quell’anno il Genoa chiuse terzo a 78 punti contro i 68 del Piacenza.

Per quanto riguarda quest’anno entro il nove giugno si saprà se la tendenza è cambiata o se la consuetudine della promozione della terza classificata è destinata a ripetersi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy