Pier Ferdinando Casini: “Sarò allo stadio con mio figlio, spero di portarlo in piazza a festeggiare”

Pier Ferdinando Casini: “Sarò allo stadio con mio figlio, spero di portarlo in piazza a festeggiare”

“Il Bologna è come l’Italia, due realtà che devono stare nei piani più alti”. Il Presidente della Commissione Esteri del Senato Pier Ferdinando Casini sarà allo stadio questa sera e spera di portare il figlio più piccolo a festeggiare sotto il Nettuno. Francesco ha solo 7 anni ma è già un grande tifoso del Bologna, stasera sarà al Dall’Ara ed ha ricevuto dalla mamma l’autorizzazione a saltare la scuola.

Dopo le dichiarazioni più affettive, Casini sposta l’attenzione sulla partita: “Sarà una gara molto difficile, piana di rischi. Il Bologna dovrà avere un approccio ragionato, evitando di chiudersi in difesa perchè il Pescara può segnare da un momento all’altro. E se segna un goal, può saltare tutto.”

Casini appoggia Rossi, lo ritiene un allenatore molto preparato che si è saputo calare con intelligenza all’interno della realtà rosoblù. “E’ un tecnico che ho sempre stimato -dice- è una persona molto seria e con tanto buon senso, è stato bravo nel non buttare via quello che già c’era ma ad aggiungere la sua esperienza.”

La cosa fondamentale, secondo Casini, è l’entusiasmo e lo spirito con i ragazzi scenderanno in campo: “Deve giocare chi stà meglio. In campo vorrei vedere 11 giocatori con lo spirito di Coppola. Inoltre grazie alla nuova proprietà il Bfc ha fatto un grande salto di qualità. Dobbiamo ritenerci fortunati.” 

Alla fine il parlamentare si mostra fiducioso: “Il gioco del Bologna non è mai stato esaltante ma, dopo l’andata, sono ottimista. Il Pescara sembra stanco”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy