Pascutti, Savoldi e Andersson: “Auguri Bologna!”

Pascutti, Savoldi e Andersson: “Auguri Bologna!”

di Francesco Bocchini

Il 3 ottobre il Bologna compirà 106 anni. Il momento non è dei migliori dal punto di vista tecnico, lo è sotto il profilo societario grazie all’arrivo di Saputo. Ma 106 anni è una quota assolutamente da festeggiare, indipendentemente dalla posizione di classifica. Così, il sito ufficiale del club, ha pubblicato le parole di tre grandi ex rossoblù, tre ragazzi che la palla la sapevano trattare e, in tantissimi casi, tirare dentro la porta avversaria: Savoldi, Pascutti e Andersson. Inizia Ezio: ”

Vivo ormai da 60 anni a Bologna, città di cui mi sono perdutamente innamorato, e non riesco a nascondere l’emozione nel fare gli auguri alla mia squadra del cuore. A questi colori devo tantissimo e auguro il meglio al club, all’allenatore e ai giocatori, sperando che raggiungano presto quella gloria che toccò a noi. Sempre forza Bologna e buon compleanno a una delle società più storiche d’Italia, la mia società”.

E’ il turno di Beppegol Savoldi: “Troppo difficile trovare le parole per fare gli auguri al Bologna in una sola frase, 8 anni vissuti così intensamente non si possono dimenticare. Mi ha legato a Bologna e a tutti voi un rapporto bellissimo, pieno di emozioni e di passioni, partita dopo partita. Spero che questo mio augurio sia di buon auspicio per la gara di domenica, io alla Juventus segnai più volte ma ricordo in particolare un gol nel ’74, su cross perfetto del mio amico Tazio Roversi, alla prima di campionato. E vincemmo”.

 

Chiude Kennet Andersson, che grazie alle sue sponde ha contribuito ha aiutato a far segnare tanti compagni di reparto e non: “Bologna è ancora casa mia, tanti auguri di cuore dalla lontana Svezia al mio Bologna e a tutta la gente che mi ha sempre voluto bene! Sto progettando di venire allo stadio per una partita appena possibile, ci vediamo presto!”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy