Paramatti: “Allo Stadium per giocarsela. Puntiamo alla colonna di sinistra”

Paramatti: “Allo Stadium per giocarsela. Puntiamo alla colonna di sinistra”

L’ex rossoblù Paramatti riconosce la difficoltà della sfida a Torino ma vede nel Bologna un grande progetto pronto per tornare ad alti livelli

Intervistato dal Resto del Carlino, Paramatti ha parlato dell’affascinante sfida tra  Juventus-Bologna di domenica.

“Salvare la pelle allo Juventus Stadium oggi è dura per tutti. E domenica sarà doppiamente dura perché la Juve ha il dente avvelenato dopo il ko col Milan in Supercoppa. Faccio fatica a immaginare una Juve che stecca due partite di fila. Bisogna provarci comunque, perché non sarebbe la prima volta che il Bologna fa risultato su quel campo. Ma la sproporzione dei valori purtroppo c’è”.

Su Joey Saputo e il progetto rossoblù: “Io penso che con Joey Saputo adesso ci sia la proprietà giusta per tornare ad alti livelli. Le crescite graduali sono sempre le più durature, mentre gli exploit di una stagione, se dietro non c’è una base solida, non ti portano lontano. Qui c’è una società che sta rifacendo Casteldebole e che vuole ristrutturare il Dall’Ara: fatte le debite proporzioni, è un modello di sviluppo che va nella stessa direzione di quello della Juve».

“Se a luglio ci avessero detto che la squadra avrebbe inaugurato il 2017 con dieci punti di vantaggio sulla terzultima, avremmo firmato tutti. Ma questa dev’essere una base da cui ripartire per puntare alla colonna sinistra della classifica: a me sembra un obiettivo realistico”.

Su Mattia Destro: “Diciamo che sei disposto a perdonare tutto al giocatore che in campo dà l’anima: da questo punto di vista Destro non può permettersi altri passaggi a vuoto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy