Pagliuca: “Il Bologna può far male all’Inter. Donadoni? Se il Milan chiama, la tentazione sarà forte.”

Pagliuca: “Il Bologna può far male all’Inter. Donadoni? Se il Milan chiama, la tentazione sarà forte.”

Le parole di Gianluca Pagliuca al ‘Carlino’ in vista del match di sabato tra le sue due ex squadre, Inter e Bologna.

In vista del match di sabato tra Inter e Bologna, il doppio ex Gianluca Pagliuca è stato intervistato da “Il Resto del Carlino” dove in primis ha presentato la gara di San Siro, ma ha anche parlato del momento dei rossoblu e degli obiettivi stagionali.

Per iniziare il portierone ha detto la sua sul match di domenica scorso contro il Carpi: “Il Carpi non ti fa giocare e il Bologna quando deve costruire fa fatica: non a caso i risultati più importanti li ha ottenuti in trasferta.”

Poi Pagliuca, che in passato ha difeso la porta di Inter e Bologna, presenta la sfida di sabato prossimo proprio tra le sue due ex squadre: “Questo Bologna può fare molto male ai nerazzurri. L’Inter è in ripresa, l’ho vista bene sia in Coppa Italia con la Juve che in campionato col Palermo. Ha fame di punti, sabato farà la partita e lascerà spazio alle ripartenze: e lì il Bologna può colpire.”

I rossoblu dopo una partenza difficile si trovano ora a un passo dalla salvezza, ecco qual è l’obiettivo stagionale secondo Pagliuca: “Il Bologna oggi è nono e può puntare a salire di un altro gradino. Il nono posto sarebbe un grande traguardo, considerato che a ottobre era ultimo.”

Con il suo grande cammino qui a Bologna Roberto Donadoni si sta guadagnando l’interesse di numerosi club, oltre che quello della nazionale italiana. Ecco le parole di Pagliuca sul futuro del mister rossoblu: “Roberto la nazionale l’ha già allenata e ha l’identikit giusto per sedersi su quella panchina, però c’è anche Mancini. Il Milan è interessato e mi fa più paura, se Berlusconi chiama la tentazione è forte: rendiamoci conto che Donadoni ha fatto la storia del Milan.”

L’ex portiere rossoblu parla anche del presidente Saputo: “Mi piace come parla, sempre pacato ed equilibrato. Non promette mari e monti, ma una crescita graduale.”

Infine Pagliuca dice la sua su alcuni giocatori del Bologna, in primis il numero 10 Mattia Destro: “Gli manca un po’ di continuità, da molto tempo non giocava una stagione da titolare. Giaccherini mi ha stupito, non credevo potesse tornare in così poco tempo a quei livelli. Mirante? Oggi tutti parlano del record di Buffon e pochi sottolineano il rendimento costante di Mirante. Spero che Conte lo porti in Francia, ma temo che sarà dura scalzare la triade Buffon-Perin-Sirigu.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy