Oro Bologna: adesso la rosa vale di più

Oro Bologna: adesso la rosa vale di più

La risalita della squadra di Donadoni, sei punti negli ultimi due incontri, non sta giovando solo alla classifica dei Rossoblù, ma anche al valore della rosa che, secondo Transfermarkt, è arrivato a quasi 70 milioni.

La risalita del Bologna di Roberto Donadoni, sei punti negli ultimi due incontri, non sta giovando solo alla classifica dei Rossoblù, ma anche al valore di mercato della rosa. L’uomo, o meglio, il ragazzo più in vista del momento è sicuramente Amadou Diawara, la sorpresa numero uno per tutti gli addetti ai lavori. Secondo i dati di Transfemarkt, riportati dal Corriere di Bologna, il classe ’97 è passato dai 400.000 euro di giugno agli attuali 4,5 milioni: una stima approssimata per difetto, perché non è mistero che siano già pervenute a Corvino offerte dalla Bundesliga da 13 milioni.

Sotto i riflettori sono finiti, oltre che il giovane ex San Marino, anche Masina, fresco di convocazione nell’Under 21, Mounier, il miglior attaccante felsineo per costanza (tre gol in stagione), e Donsah, che piano piano sta confermando di meritare tutte le belle parole (e i milioni) spesi per lui in estate. A questi vanno aggiunti Rizzo, Ferrari e Oikonomou, tutti giovani di belle speranze che hanno fatto lievitare il valore della rosa, passato da 60,95 a 66,25 milioni.

Risultati che gratificano il lavoro della società e in particolare di Pantaleo Corvino, capace di scovare quasi dal nulla vere e proprie miniere d’oro. Tante le critiche per il DS ex Fiorentina, accusato di aver puntato eccessivamente sulla linea verde. Ma si sa, i giovani vanno saputi aspettare e utilizzati con criterio, per non rischiare di bruciarli. Donadoni l’ha capito e a Verona è scesa in campo una formazione composta da più over 30, per dare maggior sicurezza ai meno esperti. Non una bocciatura del progetto, ma anzi una tutela del tesoretto di casa Bologna, il cui valore è infatti è in ascesa.

Inevitabilmente c’è anche chi scende: Destro è passato, a causa di un avvio avaro di gol, da 13 a 11 milioni, Mbaye da 5 a 4 e Taider da 6 a 5. E’ rimasto sempre a 3 milioni Mirante, arrivato però a costo zero dal Parma.

Il mercato di gennaio si avvicina e gli assalti ai gioielli rossoblù sono già partiti. Saputo e Corvino hanno fatto sapere che l’intenzione è quella di non indebolirsi, neanche di fronte ad offerte irrinunciabili. Anzi, l’obiettivo è quello di rinforzare ulteriormente la rosa, soprattutto nel reparto avanzato, dove manca una vera alternativa a Destro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy