Oggi può essere il giorno di Destro

Oggi può essere il giorno di Destro

L’attaccante potrebbe giocare qualche minuto contro lo Schalke, Donadoni freme.

Da San Siro a Kitzbuhel, 4 mesi e mezzo prima di ritornare in campo. Tanto tempo è passato da quel pestone di Miranda, ma Mattia Destro ha dovuto vivere mesi difficili, complicati, un infortunio mal curato che è diventato un calvario. Oggi può essere il giorno dell’uscita dal tunnel, quella luce in fondo agli spogliatoi che si chiama campo, rettangolo verde, righe bianche e palla tra i piedi. Il numero dieci dunque potrebbe essere schierato oggi, solo per qualche minuto, al cospetto dello Schalke.

Dopo un mese di birilli, palla medica, calcio tennis, corse a bordo campo, Destro ha una chance di giocare stasera, senza forzare, senza rischiare, ma comunque ritornare. Sarà emozionato, se effettivamente Donadoni lo utilizzerà, ma il suo gradito ritorno in campo serve come il pane ad una squadra anemica davanti, senza un punto di riferimento vista anche l’assenza di Floccari. E’ lui il vero acquisto di mercato, un’altra volta a distanza di un anno, quando a termine di una trattativa estenuante si vestì di rossoblù. Ora non c’è stata una lunga trattativa ma un lungo recupero da un fastidioso infortunio, ma più o meno il concetto è sempre quello: è Mattia il valore aggiunto a questa squadra. Stasera può essere il suo turno, quel dolce gusto dell’erba calpestata, sudata, quel manto verde dove i calciatori si sentono a casa. Forza Mattia, potrebbe toccare a te.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy