Nigro: “Non aspettiamoci colpi alla Gabbiadini. Rossi? A quelle cifre non lo prenderei, è un rischio”

Nigro: “Non aspettiamoci colpi alla Gabbiadini. Rossi? A quelle cifre non lo prenderei, è un rischio”

Le parole di Luca Nigro a ‘Club Bologna’.

Luca Nigro è intervenuto ai microfoni di Radio Nettuno commentando la conferenza tenuta questa mattina dal nuovo Ds rossoblu Riccardo Bigon.

Ecco le sue impressioni sul nuovo direttore sportivo: “Si vede che è un ottimo professionista, a Verona ha passato una stagione sfortunata ma non solo per colpa sua, qualche acquisto buono lui lo ha fatto. È una persona tranquilla, cordiale, molto disponibile. Non ha fatto nomi sui probabili acquisti ma ha fatto capire che il Bologna punta a fare quattro o cinque acquisti. Per Giaccherini hanno già parlato col Sunderland e con l’agente ma l’operazione sembra difficile anche se c’è la volontà del giocatore. Importanti anche le parole di Fenucci che ha sottolineato che in caso di cessioni i soldi ricavati saranno reinvestiti”.

Per quanto riguarda il mercato Bigon non si è sbilanciato spiegando, lasciando trapelare pochissimi indizi sulle trattative a cui sta lavorando il Bologna. Nigro prova a fare il punto della situazione presentando le possibili strategie di calcio mercato: “Si farà un mercato basato sulla cessione di Diawara, coi soldi ricavati si potrebbero comprare due buoni giocatori: non aspettiamoci colpi alla Gabbiadini perchè non rientrano nel budget. Credo che il Bologna farà una campagna acquisti mirata, sopratutto puntando a giocatori giovani ma restando sempre entro cifre contenute. L’acquisto più importante deve essere fatto nel reparto d’attacco. Poi bisogna parlare con Donadoni e capire con che modulo vuole impostare la stagione. Poi potrebbe arrivare qualche giocatore interessante dalla sua ex squadra, il Verona, ci sono Ionita, Viviani, Helander e Souprayen su tutti. Per Giuseppe Rossi è un’operazione difficile, si sapeva. È un giocatore importante ma viene da due infortuni gravi, a quelle cifre mi sembra un rischio e io prenderei qualcun’altro: è una scatola chiusa. È un giocatore che poteva essere molto importante anche per la nazionale ma gli infortuni ne hanno compromesso la carriera. Infine un altro nome circolato in queste ore è Valdifiori: un centrocampista ottimo ma molto avanti con l’età, preferirei Viviani che ha meno esperienza ma è più giovane e può crescere ancora”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy