Nehuen Paz: scopriamo chi è

Nehuen Paz: scopriamo chi è

Il Bologna ha chiuso l’acquisto del difensore centrale argentino. Andiamo a scoprire di che giocatore si tratta

di Tommaso Ferrarello

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna ha ormai chiuso la trattativa che porterà all’acquisto del difensore centrale argentino Nehuen Paz, proveniente dal Newell’s Old Boys. La società argentina con sede a Rosario, ha da diversi mesi a questa parte grossi problemi economici. Questo ha facilitato il trasferimento, a cifre basse, di Paz in rossoblù: 800 mila euro più un 10% sulla futura rivendita.
Quando un calciatore arriva dall’Argentina al calcio europeo si porta sempre appresso un velo di curiosità. Non è infatti una novità che gli argentini abbiano sempre fatto bene nel nostro calcio e ogni qualvolta ne arrivi uno dal paese Albiceleste, o in generale dal Sudamerica, si spera sempre di aver preso il futuro campioncino.

Nehuen Paz cresce nelle giovanili dell’All Boys, società di Serie B argentina con sede nel quartiere Floresta, a Buenos Aires. Esordisce in prima squadra appena 20enne contro il River Plate nella stagione 2013/14 e si impone subito come uno dei prospetti più interessanti, tanto che, a fine campionato, giocherà 19 partite da titolare. Con l’All Boys registra 36 presenze complessive, prima di essere acquistato, nel 2015, dal prestigioso club rosarino: il Newell’s Old Boys. Nelle quattro stagioni in maglia rossonera scende prontamente in campo con buona continuità e fino ad oggi gioca 57 partite totali condite da gol.

Paz è un difensore centrale sinistro, che all’occorrenza può essere impiegato anche come terzino sinistro. Fisicamente longilineo e di buonissima struttura fisica (1.93 cm per 80 kg), è molto abile nel gioco aereo e nel posizionamento difensivo. Data la sua fisicità, ha delle difficoltà sulla parte atletica: infatti non è né rapido né agile, ma ha comunque buon passo nel lungo tratto. A livello tecnico è un calciatore con doti discrete che può dare il via alla manovra dal reparto difensivo. Deve perfezionarsi nel contrasto: alterna volte in cui risulta troppo irruente, prendendo qualche cartellino di troppo, ad altre in cui è preciso e tempestivo. Ha una media di circa 4/5 cartellini gialli a stagione, un po’ tanti considerando che la Primera Division Argentina, negli ultimi anni, ha solo circa 20/25 partite a campionato.
Bisognerà valutare il suo adattamento ai ritmi del calcio italiano, molto più veloci rispetto a quelli argentini e sudamericani: sia nei tempi d’intervento e di contrasto, sia in fase d’impostazione.
Nel complesso il Bologna ha acquistato un calciatore con doti interessanti e buona duttilità tattica dato che può anche essere impiegato come sostituto di Masina sul lato sinistro della difesa. Inoltre, la sua attitudine al gioco aereo, lo renderà sicuramente un pericolo costante nei calci piazzati in fase offensiva rossoblù.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy