Napoli-Bologna, l’amarcord

Napoli-Bologna, l’amarcord

di Amos Segal

Scorrete le schede in alto

2013/2014 – L’amaro debutto in campionato

NAPOLI-BOLOGNA 3-0 (25-08-2013).

 

Nella serata del 25 agosto 2013 le due formazioni scendono in campo nella splendida cornice dello stadio “San Paolo” per dare inizio alla propria stagione calcistica.

Il Napoli, Vicecampione d’Italia in carica, vuole partire in grande e al 5′ c’è una grande occasione con Callejon che raccoglie un pallone rimbalzato via dopo un contrasto tra Hamsik e la retroguardia del Bologna, tirando e cogliendo il palo, facendo correre brividi sulle schiene di entrambe le tifoserie.

Rossoblù emiliani ed azzurri partenopei si studiano attentamente e al 10′ un tiro dalla lunga distanza di Kone non impensierisce più di tanto Reina, mentre al 18′ risponde il Napoli con una punizione battuta da Callejon, ma la conclusione di testa da parte di Hamsik manda la palla addosso a Curci che para senza problemi. Al 31′ la svolta della partita con Callejon, lesto a ribadire in gol una conclusione potente di Hamsik non trattenuta da Curci e, dopo un gol annullato ad Higuain per fuorigioco al 39′, sei minuti dopo arriva il raddoppio dei padroni di casa con Hamsik il quale, servito ottimamente da Zuniga in area, scarta Curci in uscita e manda il pallone in fondo al sacco: oramai il Napoli ha aperto le ali, mentre il Bologna è rimasto amaramente a terra.

Inizia la ripresa e al 48′ c’è una buona chance per Callejon, che viene ben assistito da Higuain ma che spreca con una conclusione fuori bersaglio, anche se non di molto. Due minuti dopo è l’attaccante argentino a sfiorare il tris con una punizione che bacia il palo finendo anch’essa fuori. Il Bologna è sterile, non riesce a concretizzare, Rolando Bianchi tenta al 62′ di riaprire la partita, ma il suo tiro da fuori area finisce alto: una fotografia di come gira la nave da guerra rossoblù.

Il terzo gol del Napoli è nell’aria ed arriva poco dopo il tentativo di Bianchi, con la doppietta personale di Marek Hamsik: azione di Maggio sulla fascia che passa ad Higuain in area, la palla arriva a Pandev che appoggia all’indietro per lo slovacco che con un gran destro da fuori fulmina l’incolpevole Curci e sancisce il trionfo partenopeo. Un Bologna rassegnato subisce un altro gol al 79′ ad opera di Mertens, però annullato anch’esso per fuorigioco e, al triplice fischio finale dell’arbitro De Marco, tutto il “San Paolo” esplode in una grande festa per l’ottimo esordio, mentre il Bologna torna mestamente a casa: a fine campionato gli azzurri guidati da Rafa Benitez conquisteranno il terzo posto e la Coppa Italia nella drammatica finale con la Fiorentina, mentre il Bologna conoscerà una dolorosa retrocessione dalla quale, però, scaturiranno nuovi orizzonti di speranza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy