Movimenti di mercato, in entrata e in uscita

Movimenti di mercato, in entrata e in uscita

Il Bologna non si ferma al caso Diawara e guarda avanti.
Sempre attivo sul mercato.

Mercato in entrata

Una squadra così attiva e attenta sul mercato era da molto tempo che tutti i tifosi l’aspettavano.
Per ora tutti colpi mirati e dal grande avvenire:
Di Francesco (22 anni) e Boldor (21 anni) dal Lanciano, l’ala sinistra dello Sparta Praga Ladislav Krejcì (24 anni), Verdi (23 anni), Andrea Vassallo (18 anni), Lorenzo Musto (18 anni), Andrea Castelletti (18 anni).
Mercato equilibrato non solo per rinforzare e ringiovanire la rosa ma anche pensando al futuro dello stesso Bologna con giovani promettenti da mandare nelle leghe minori a farsi le ossa.

Ovviamente Bigon non vuole certo fermarsi qui, infatti senza voler attendere gli sviluppi sul caso Diawara, il Bologna oggi ufficializzerà il passaggio in Rossoblù di Adam Nagy, andando quindi a sostituire il quasi certo partente centrocampista guineano.
Oltremodo è molto forte l’interesse del Bologna per Luca Cigarini, per mettere in campo un po’ di esperienza nei momenti di poca lucidità della squadra.

Sempre per quanto riguarda il centrocampo è un po’ frenata la trattativa per Assane Gnoukouri; il Bologna la scorsa settimana era riuscito a strappare un accordo di massima con l’Inter (prestito con diritto di riscatto fissato a 4,5 milioni). Il caso Diawara, l’arrivo di Nagy e il ritorno di fiamma per Cigarini potrebbero portare Gnoukouri lontano dalle Due Torri.
Su di lui il Crotone → 78% Bologna – 22% Crotone

Sempre a centrocampo ma nel reparto più offensivo (sulla trequarti) il nome che in questi giorni sta facendo impazzire il popolo Rossoblù è quello di Riccardo Saponara.
Nel mio precedente articolo ho già definito il piano di attuazione da parte della dirigenza del Bologna per arrivare al ragazzo dell’Empoli.

Bigon e Fenucci a Montreal per arrivare a Saponara

Per quanto riguarda il tema caldo del reparto offensivo, il nome che ormai circola da molte settimane è quello di Umar Sadiq, il ragazzino nigeriano classe 1997, giovane, forte ed esuberante.
Forte fisicamente e dalla grande corsa.
Potrebbe crescere ed imparare sotto l’ala protettiva del parco attaccanti del Bologna.
Questo giocatore è sicuramente un prospetto davvero interessante.
Il giocatore sappiamo che potrebbe rientrare nella trattativa con Diawara, la Roma infatti offrirebbe il giocatore più un conguaglio economico di 8 milioni più Sadiq (che è stato pagato dai giallorossi 2,5 milioni di euro dallo Spezia).
C’è anche una concreta possibilità che il giocatore arrivi senza dover passare dal trasferimento in giallorosso di Amadou Diawara.

Un nome che in queste ore sarebbe sulla bocca di tutti è la possibilità di vedere vestire nuovamente la maglia Rossoblù ad Alino Diamanti. I tifosi si sono letteralmente divisi in due.
C’è chi lo riabbraccerebbe molto volentieri e chi invece, ai tempi, vendette la maglia numero 23 per non vederla più in casa.
Ovviamente questo è solo un semplice accostamento di mercato, anche in virtù del fatto, delle continue parole di amore e affetto che il giocatore ha fatto arrivare in direzione Casteldebole.

Ultima suggestione in attacco, dopo il forfait di Rossi (destinato forse a rimanere a Firenze – il giocatore sta cercando di convincere Sousa a rimanere) sarebbe Miroslav Klose.
Il giocatore è attualmente svincolato.
Un vice Destro di tutto rispetto.

Mercato in uscita

Sappiamo già di Mancosu al Montreal, di Falco (solo in prestito) al Benevento, Gianmarco Gerevini in prestito all’Olhanense, di Vecsei al Lugano (in prestito con diritto di riscatto e contro riscatto) e di Crimi al Carpi.

Riccardo Bigon adesso avrà il delicato compito di pensare alla situazione di tre giocatori della rosa Rossoblù: Luca Ceccarelli e Nicolò Cherubin (rientrati dal prestito) e Robert Acquafresca.
Riuscire a piazzare questi tre giocatori sarebbe davvero un grande colpo per il Ds.
Con il monte ingaggi risparmiato e il prezzo del cartellino dei giocatori, si potrebbe andare a prendere un giocatore per la linea difensiva, il francese Cheick Keita della Virtus Entella.
Un prospetto di soli 20 anni dalla crescita esponenziale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy