Mossini: “Saputo sarà sugli spalti a Roma, qui per definire il futuro societario e la questione stadio”

Mossini: “Saputo sarà sugli spalti a Roma, qui per definire il futuro societario e la questione stadio”

Le parole di Alessandro Mossini intervenuto oggi alla trasmissione radiofonica ‘Quasi Gol’.

Il noto giornalista Alessandro Mossini ha parlato ai microfoni di ‘Quasi Gol’ riguardo al periodo negativo che sta attraversando il Bologna.

In primis ha spiegato il suo punto di vista sulla situazione di Donadoni: “Non è uno che si espone più di tanto, però ci si aspettava da parte sua un annuncio più convinto per la permanenza, forse si è accorto che il tenere aperte troppe porte rischia di creare confusione all’interno di una realtà che il prossimo anno dovrà già fare a meno di Corvino. Una squadra di questo livello non può perdere sia allenatore sia direttore tecnico. Non so se Donadoni non sta chiudendo la porta perchè aspetta una chiamata del Milan o della nazionale, se fossi in lui sarei molto contento di rimanere qui a Bologna.”

Mossini ha anche parlato della crisi del Bologna dal punto di vista tecnico, di campo: “Floccari fa fatica perchè arrivano pochi palloni, vista la fase di calo di Mounier e Giaccherini. Non si possono criticare le seconde linee perchè non gli è stata data quasi mai la possibilità di mettersi in mostra: Crisetig e Pulgar sono scesi in campo in pochissime occasioni e magari non sono così male. Potrebbero esserci più chance per questi giocatori che fin qui hanno trovato poco spazio, complice anche il calo fisiologico di gran parte del gruppo, tra cui anche Diawara. È possibile anche un cambio di modulo perchè gli uomini chiave del 4-3-3 sono assenti o poco brillanti. Dopo una rincorsa a un ritmo pazzesco ci può stare un periodo di flessione.” 

La crisi del Bologna ha spino il presidente Joey Saputo a tornare in Italia prima del previsto, probabilmente già nel prossimo weekend. Ecco le parole di Mossini sul rientro del chairman canadese: “Saputo dovrebbe essere sugli spalti lunedì a Roma. Torna per definire la questione stadio che si sta prolungando e per parlare del futuro societario soprattutto in relazione alla questione ds, oltre ovviamente a seguire la squadra.”

Infine Mossini apre anche un’interessante parentesi sui motori: “Lorenzo sta valutando di passare alla Ducati, potrebbe diventare ufficiale già ad Austin nel prossimo weekeend. Il suo agente è partito in direzione USA per chiudere l’accordo, lo spagnolo è stimolato dal progetto e la Ducati offre un biennale da 12 milioni di euro a stagione. Vinales diventerebbe così il nuovo compagno di Rossi alla Yamaha, mentre in Ducati dovrebbe partire uno tra Iannone e Dovizioso, probabilmente il primo dopo il grave errore commesso nella scorsa gara”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy