Monari: “Il calo è comprensibile, siamo ancora in linea con gli obiettivi prefissati”

Monari: “Il calo è comprensibile, siamo ancora in linea con gli obiettivi prefissati”

Le parole di Simone Monari a ‘Quasi Gol’.

Simone Monari è intervenuto ai microfoni di ‘Quasi Gol’ e ha parlato del periodo del Bologna, delle cause della crisi rossoblu e del finale di stagione.

Il giornalista di ‘Repubblica’ descrive così il periodo opaco della squadra di Donadoni: “Queste sconfitte intristiscono perchè ci eravamo abituati bene, però sono d’accordo con Saputo: siamo in linea con gli obiettivi prefissati a inizio stagione, anche se arrivati al nono posto ci aspettavamo qualcosa di meglio di questo finale pallido e svogliato. Dopo la gara con la Juve la squadra si è seduta, è iniziato un calo a livello nervoso ed è anche comprensibile dopo una rincorsa così in cui sono state spremute parecchie energie. Anche Donadoni con la poca chiarezza ha contribuito ad alimentare le chiacchiere e le voci che hanno destabilizzato l ambiente. Nel complesso sono molteplici le ragioni del calo ed è una cosa che andava messa in previsione. Ci sono poche frecce all’arco dell’allenatore, la flessione di Giak, la poca efficacia di Floccari e l’assenza di Destro sono fattori decisivi. Diawara non mi sembra in calo, il problema è davanti, sono gli attaccanti che ti fanno vincere le partite e contro il Verona il tridente non ha fatto bene.”

Nello specifico Monari parla anche di Sergio Floccari, arrivato in gennaio dal Sassuolo con grandi aspettative: “Ha delle buone doti, sicuramente è migliore di Acquafresca. Però il Floccari di oggi fa fatica, all’inizio era più pimpante, mi era piaciuto sia col Sassuolo sia a Frosinone. Ora non riesce a manovrare con la squadra, non so se dipende da lui o dal gioco del Bologna.”

Infine il giornalista ha presentato la difficile sfida di lunedì all’Olimpico contro la Roma: “Avrei preferito non affrontare i giallorossi proprio in questo momento perchè sono una delle squadre più in forma del campionato, mi aspetto però una prova convincente da parte del Bologna. Giocare da sfavoriti può portarci un po’ di serenità, mi auguro che la squadra faccia una prestazione di carattere. Eccetto le gare con Napoli e Roma, le altre partite di qui a fine stagione sono abbordabili, sarebbe un peccato chiudere male la stagione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy