Mirante: “Siamo stati ingenui”

Mirante: “Siamo stati ingenui”

“Nazionale? Non sta a me propormi”

“Ingenui” è l’aggettivo che ricorre di più sulla bocca dei giocatori del Bologna nel dopo partita, e Antonio Mirante non è da meno: “E’ stata una buona prestazione a tratti – esordisce il portiere – perché nel primo tempo siamo stati troppo ingenui nel concederci agli avversari, mentre nel secondo tempo è andata meglio. Negli ultimi minuti, però, abbiamo pagato l’inesperienza e la voglia di vincere a tutti costi, nonostante non fossimo proprio arrembanti”. Rincara: “Mi fanno rabbia il rigore subito e le ripartenze concesse, perché sapevamo che era quello che volevano”. Il Bologna ormai non vince da otto partite, un calo evidentissimo al quale non si riesce a mettere un freno: “Abbiamo fatto una gran rincorsa dopo l’inizio difficile, ma dare la colpa a quella sarebbe da ingenui: avrebbe dovuto farci crescere la voglia di far bene, non farci rilassare. Questo finale di campionato – osserva – sarà importante per tutti, cioè sia per il Bologna sia per noi giocatori: dobbiamo darci una mossa”. Con l’infortunio di Perin si è fatto il nome di Mirante come terzo portiere per gli Europei: “Io me lo auguro – ammette – ma non sta a me propormi. Dipenderà sia dalle mie prestazioni sia dalle scelte del tecnico”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy