Mirante: “Non dobbiamo accontentarci”

Mirante: “Non dobbiamo accontentarci”

Le parole del portiere rossoblù al Cor Sport: “Sarà bello vedere Destro e Palacio insieme”

Non ha giocato, ma ad Antonio Mirante brucia ancora la sconfitta con il Crotone. Una partita che, se vinta, avrebbe portato i rossoblù all’ottavo posto con 17 punti. Il portiere sul match è stato chiaro al Cor Sport:

Probabilmente pensavamo di vincere – ha ammesso – Ci vedevamo a 17 punti all’ottavo posto e l’errore è stato lì. Dobbiamo mantenere sempre alto il livello di concentrazione e non accontentarci mai perché possiamo guadagnare 5-6 posizioni, è un obiettivo alla nostra portata ma ci serve ancora più maturità”.

Sugli errori commessi di recente: “Sicuramente quello col Toro è stato decisivo, potevamo vincere la partita, poi c’è stata quell’uscita con la Lazio”. 

Esiste la possibilità di vedere Destro e Mirante assieme: “Forse è arrivata l’ora, Palacio si è presentato con una umiltà pazzesca mentre Mattia ha caratteristiche diverse e si possono completare. La curiosità ce l’abbiamo anche perché nella nostra fascia non credo ci siano squadre con due giocatori così forti davanti“.

Un pensiero anche sulla nazionale: “Ci serve una rivoluzione, ma questo era chiaro anche prima dell’eliminazione. Probabilmente ci serve una programmazione diversa e meno italiana perché in questo momento siamo inferiori a tante altre nazionali che invece hanno lavorato bene. Nuovi innesti? Penso a Maldini e Cannavaro, due elementi di carisma e che hanno fatto la storia della Nazionale”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy