Mirante: “Bologna posto giusto per me. Saputo una garanzia”

Mirante: “Bologna posto giusto per me. Saputo una garanzia”

Le parole di Antonio Mirante a Stadio

Lunga intervista su Stadio al portierone del Bologna Antonio Mirante. Il numero uno rossoblù si è confidato al collega Furio Zara facendo anche un bilancio sulla stagione che si avvia al termine.

Primo pensiero su Donadoni: “E un allenatore che bada all’essenziale, valuta chi è sul pezzo e non disdegna una risata”. Si passa agli attaccanti, Mirante su Floccari e Destro è chiaro: “Floccari in allenamento lo soffro molto, Destro è una punta moderna. Fa gol, tecnicamente è bravo e non pensavo fosse così bravo anche lontano dalla porta”.

Sulla sua stagione invece Mirante sottolinea l’errore più grave e la parata più importante: “Non mi sono piaciuto sul gol di Belotti a Torino, mentre la parata più bella è quella su Pavoletti a Genova. Era un momento delicato per noi e non potevo fallire”. La sua superlativa stagione ha comunque dei padri, i due preparatori con cui ha lavorato: “In questa stagione sia Bocchino che Bucci mi hanno aiutato tanto, sono due eccellenti professionisti. Io poi sono molto autocritico e questo è un aspetto fondamentale”. C’è anche il futuro, due anni di contratto a Bologna: “Sono nel posto giusto, il momento giusto dobbiamo crearlo noi. Il nostro campionato è stato positivo anche se altalenante. I nostri alti e bassi ci aiuteranno a crescere in vista della prossima stagione. Le qualità ci sono e la presenza di Saputo è una garanzia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy