Minghinelli: “Giaccherini, al momento giusto il Bologna definirà tutto”

Minghinelli: “Giaccherini, al momento giusto il Bologna definirà tutto”

Il Bologna di Donadoni ormai ha convinto tutti, anche i più scettici. Molti meriti però, bisogna attribuirli a Giaccherini, una pedina sempre più importante e fondamentale della rosa attuale.

Il cartellino del giocatore però è sempre in possesso del Sunderland e quindi come dare torto ai tifosi che temono di perderlo a Giugno? Di questo argomento ne parla anche Minghinelli che durante la trasmissione “Quasi Goal” di RadioBologna1 dove rassicura tutti i tifosi rossoblu: “Da fonti molto vicine al Bologna pare che la citazione del club sia stata “al momento giusto, definiremo tutto”. Il Bologna sta già lavorando, sa benissimo qual è la situazione. Non penso ci siano problemi per il riscatto, anche perché c’è la volontà da entrambe le parti di rimanere, ed anche il Sunderland è consapevole delle volontà del giocatore, inoltre Giaccherini non rientra più nei parametri della squadra inglese. Facendo tutti gli scongiuri possibili, Giaccherini potrebbe essere la nuova bandiera del club così come lo è Di Vaio”.

Sperando che la vicenda Giaccherini sia realmente sotto controllo, bisogna pensare all’attuale calciomercato (che tra l’altro sta volgendo quasi al termine), e Minighelli parla nella trasmissione sportiva sia della mancata trattativa con Ramirez e sia del possibile arrivo Constant: “Corvino sarà a Milano fino a lunedì. La situazione è sempre la stessa, se non esce nessuno non entra nessuno. Il budget è sempre quello, ovviamente si cercano trattative low cost e se ci saranno giocatori disposti ad accettare determinate condizioni, magari si pensa ad una mezz’ala o ad un centrocampista. Ora vediamo l’opzione Costant, che potrebbe essere un jolly per il Bologna, ed inoltre presenta un profilo giusto per il Bologna è un giocatore duttile, non un campione ma ci può stare in un club di metà classifica che poi a parametro zero sarebbe ottimo. Comunque va bene così anche se questo giocatore non dovesse arrivare. Ramirez alla fine rimane in Inghilterra, una vicenda tutto sommato un po’ triste, non per il Bologna ma per il ragazzo totalmente nelle mani del suo agente, che a quanto visto non fa l’interesse del giocatore ma del suo portafoglio.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy