Mingardi: “Questo finale ha incrinato il rapporto con la piazza”

Mingardi: “Questo finale ha incrinato il rapporto con la piazza”

Le parole di Mingardi

Intervistato dal Resto del Carlino, l’artista Andrea Mingardi racconta le sue palpitazioni per questo finale di stagione che vede il Bologna in crisi e la Virtus vicina alla retrocessione. Il cantante parla chiaro, sempre col suo tono scherzoso: “Il mio stato d’animo è rappresentato da una canzone ‘sfighè’  ha affermato Mingardi – la situazione delle due squadre non è facile e la prossima sarà la madre di tutte le domeniche. Il problema è che la Virtus non ha soldi mentre il Bologna è una miniera d’oro”.

Sull’aspetto economico Mingardi continua: “Il problema è l’uso che fai dei soldi, la capacità di gestire la baracca. Dietro le prestazioni in campo ci sono equilibri fragili. Di Vaio ad esempio dopo Napoli ha detto che la squadra ha staccato la spina, credo ci deva essere qualcuno che controlla le prestazioni e una dirigenza pronta a intervenire. La società, inoltre, con la vicenda Corvino rischia di aver mandato il segnale del liberi tutti”. In chiusura, il cantante parla del rapporto tra la piazza e il club: “E’ tutto da rifare, perché con questo finale si è incrinato il rapporto di fiducia tra piazza e club. Poi Donadoni, secondo me si è sentito tradito da qualcosa o qualcuno. Per fortuna resta intoccabile la stima per Saputo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy