Milan-Bologna 2-1: rossoblù con due espulsi

Milan-Bologna 2-1: rossoblù con due espulsi

I rossoneri vincono a San Siro, Suso e Borini condannano il Bologna che va in gol con Destro: espulsi Sansone e Dijks

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Si ferma la marcia del Bologna di Mihajlovic. I rossoblù sono stati sconfitti dal Milan per due a uno con le reti di Suso e Borini, per il Bologna gol di Destro nel finale. Il problema per i felsinei sono le espulsioni di Sansone e Dijks e che non ci saranno con il Parma, assente anche Poli che era diffidato e ha rimediato il giallo.

Partita vibrante e godibile fin dai primi minuti, il Milan crea subito due occasioni, prima con una botta di Calhanoglu deviata in angolo da Skorupski, poi con un colpo di testa di Musacchio su uscita avventata del portiere polacco del Bologna. Reagiscono però i rossoblù che hanno una occasionissima con Orsolini che addomestica splendidamente una apertura di Sansone ma poi a tu per tu con Donnarumma si fa ipnotizzare. Buon Bologna ora, conclusione dai 20 metri di Svanberg di pochissimo sopra la traversa. Al 24’ Biglia abdica per infortunio, dentro Jose Mauri. Al 27’ Palacio va in gol in ripartenza ma sull’assist di Sansone è fuorigioco. Il Milan è alle corde e poco dopo una girata di Sansone viene deviata provvidenzialmente da Abate. Sul finire di tempo, però, passa il Milan: numero di Suso al limite e sinistro nell’angolino, 1-0 al 37’. Non succede altro, all’intervallo i rossoneri sono avanti.

Nella ripresa si vede subito il Milan con una botta di Calhanoglu di poco alta, il Bologna ci prova con una sassata di Pulgar deviata da Donnarumma. Ma è proprio su una palla persa del cileno che nasce il secondo gol, botta al volo di Paquetà respinta da Skorupski, si inserisce Borini, entrato da poco, per il tap in che vale il 2-0. Mihajlovic cambia le carte in tavola, dentro Destro, Edera e Santander, e su uno schema da corner proprio Destro trova il 2-1 su splendido assist di Sansone. Poco dopo Paquetà reagisce per un fallo di Pulgar e va sotto la doccia, ma Di Bello perde la partita nel finale, prima cacciando Sansone per una litigata con Kessie, e poi a partita già finita Dijks per proteste. Al 92′ c’era stato un sinistro di Edera deviato da Donnarumma come ultima emozione, ma nel recupero le perdite di tempo del Milan hanno fatto innervosire i rossoblù che rimangono a 37 e contro il Parma avranno fuori per squalifica Poli – ammonito in diffida – Sansone e Dijks.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy