Messaggi di Calaiò, ecco cosa rischia il Parma

Messaggi di Calaiò, ecco cosa rischia il Parma

Svelati i messaggi di Calaiò ai giocatori dello Spezia prima della gara col Parma

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’accusa al momento sarebbe quella di tentato illecito, ma non è escluso che il caso possa ridimensionarsi.

Ieri sono trapelati i messaggi di Calaiò a De Col prima del match Spezia-Parma. Eccoli: Ehi Pippein, non rompere il cazzein venerdì, mi raccomando amico mio“, contornarti da emoticon e cuoricini. Dopo ne sarebbe stato mandato un altro di questo tenore:”Dillo anche a Claudien (in riferimento a Terzi, ndr), soprattutto per il rapporto che avete con me”. Oltre a questi due ce ne sarebbe un altro, mandato da Calaiò proprio per specificare il tenore scherzoso dei messaggi ed evitare guai. Secondo la Gazzetta, non tutti nell’ufficio del procuratore federale sarebbero concordi con l’accusa di tentato illecito (che porterebbe al rischio esclusione dalla A) e non è improbabile che si possa passare alla ‘slealtà sportiva’. In questo caso la sanzione sarebbe pecuniaria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy