Mbaye: “Chi ha costruito il Bologna sapeva quel che faceva”

Mbaye: “Chi ha costruito il Bologna sapeva quel che faceva”

Le parole di Mbaye al Corriere di Bologna

Da oggetto misterioso a punto fermo della difesa. L’anno di Ibrahima Mbaye è stato costellato di alti e bassi, fino a un mese fa i bassi era in quantità nettamente maggiore. Poi Donadoni lo ha recuperato, sfruttando anche la propensione del ragazzo al lavoro. Il Corriere di Bologna ha intervistato il terzino senegalese, ecco le sue parole:

“Ho faticato perché ho pagato qualche problema fisico, ma mi sono sempre allenato. Rispetto le scelte degli allenatori e aspettavo solo la mia opportunità”. Nemmeno la concorrenza nel ruolo lo ha spaventato: “Serve a crescere, non ci penso quando mi alleno. Cerco solo di fare il massimo. Nessuno mi ha mai regalato niente, lavorare, pedalare e stare zitto”. Chi ha sempre creduto in lui è Pantaleo Corvino: “Chi ha costruito la squadra sapeva quel faceva. C’è un giusto mix” ha affermato Mbaye.

Molto solido il suo rapporto con Godfred Donsah: “Mi ripete sempre ‘giocavi scalzo e ora hai le Nike ai piedi’, io gli dico la stessa cosa”. Chiusura sul futuro: “Non mi pongo limiti, cerco di ottenere il massimo. Il Bologna invece vive una partita alla volta, cerchiamo di dare tutto ogni domenica e poi vediamo dove arriviamo. Già domenica sarà una partita difficile perché noi diamo il meglio con le grandi, e poi partite facili in A non ce ne sono”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy