Mbaye, adesso non puoi più sbagliare

Mbaye, adesso non puoi più sbagliare

L’infortunio di Rossettini e la squalifica di Ferrari regalano una possibilità quasi unica al giovane senegalese per dimostrare di valere il Bologna.

Non è titolare dalla gara con il Chievo di quasi un mese fa. Dopo i ventidue (non esaltanti) minuti del Matusa, oggi Ibrahima Mbaye sarà nell’undici iniziale per la terza volta in stagione. Una scelta dettata più dalla necessità, che dai reali meriti del terzino senegalese.

A destra mancheranno sia Rossettini, che ne avrà per almeno un paio di settimane, che Ferrari: l’occasione per Mbaye è insomma di quelle da non fallire assolutamente. Dopo la prima parte deludente di campionato e le voci che lo volevano in partenza a gennaio, il classe ’94 è chiamato a riscattarsi, per scalare le gerarchie nelle idee di Donadoni e nel cuore dei tifosi.

Arrivato a Bologna a peso d’oro (prestito da 500mila euro con obbligo di riscatto in caso di promozione fissato a 2 milioni e 750mila euro) e con l’etichetta di miglior giovane della serie A della stagione 2013-14 trascorsa a Livorno, Mbaye ha faticato sin da subito.

Molti, sotto le Due Torri, gli rimproverano ancora l’espulsione nella finale di ritorno dei playoff, che poteva costare la promozione ai rossoblù. Per questo l’ex Primavera Inter ha qualcosa da farsi perdonare e la chance che gli capita oggi è quella ideale per far girare la ruota finalmente a suo favore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy