Marcella Schiavio: “Mio padre amava la città”

Marcella Schiavio: “Mio padre amava la città”

L’intervita a Bolognafctv della figlia di Angiolino Schiavio

110° anniversario dalla nascita di Angelo Schiavio, autentico mito del passato del Bologna, per lui 256 gol in 16 anni di carriera. Palmares da far invidia: 4 scudetti, 2 Coppe Mitropa, 1 Trofeo dell’Esposizione, un Mondiale e un bronzo Olimpico. Nacque il 15 ottobre del 1905, nel 1923 già debuttava a 17 anni con la maglia del Bologna. Per questa ricorrenza, la web tv del Bologna ha intervistato sua figlia Marcella: “Mio papà ero schivo, ma sempre presente per i figli – ha ammesso Marcella – bastava una sua occhiata per mettere in riga tutti, sembrava burbero ma in realtà era buono”. Qualche aneddoto: “Si concedeva solitamente ai tifosi e a due persone, non ai giornalisti. Parlava con il suo grande amico Pierino Genovesi e con Giacomo Bulgarelli, amico del figlio Ercole. Pierino lo portò a giocare a calcio, mentre Giacomo pendeva dalle sue labbra”. Un altro aneddoto, stavolta con i nipoti: “Un giorno i miei figli stavano giocando in giardino, Angiolino li raggiunse in ciabatte, fece due palleggi e un gran colpo di tacco, il bimbo più piccolo rimase estasiato, anche perché non sapeva realmente chi fosse Angiolino”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy