Maifredi: ”Il Bologna può salvarsi in maniera agevole”.

Maifredi: ”Il Bologna può salvarsi in maniera agevole”.

Quest’oggi, sulle pagine del Carlino, ha parlato dell’attuale situazione del Bologna un grande ex allenatore, Gigi Maifredi che guidò il Bologna dal 1987 al 1990 e che viene tuttora ricordato per il suo calcio spumeggiante e offensivo. L’inizio di stagione di Manfredi, può considerarsi simile a quello attuale, infatti, se si esclude la vittoria per 2-0 a Pisa della prima giornata, la stagione 87/88 iniziò con un punto in sette partite: “Andai da Corioni e gli dissi che era giusto cambiarmi – ha detto l’ex ct – Lui mi rispose: Maifredi, io cambio quando un allenatore non ha più la squadra in mano.” Quindi, nonostante queste prime tre sconfitte, Maifredi rimane ottimista: “Siamo appena alla terza giornata, è inutile e prematuro fare allarmismi. E poi il Bologna lo si deve cominciare a valutare soltanto dall’ultima partita contro la Sampdoria, da quando Rossi ha a disposizione tutto l’organico nuovo. A Rossi va dato tempo, lavora con la squadra completa da poco più di dieci giorni”. Per quanto riguarda invece il mercato estivo prosegue Maifredi: “Sono stati presi giocatori di grande affidamento come Mirante, Giaccherini e Destro e giovani molto interessanti. Ecco, se proprio devo essere sincero, ho dubbi sulla difesa: con Gastaldello infortunato, avrei preso un centrale forte ed esperto. A Destro serve tempo. E’ un grande acquisto, uno che fa gol a occhi chiuso, ma va servito in una certa maniera, altrimenti è un giocatore normale.” Quindi, in conclusione, l’ex ct esorta la tifoseria alla tranquillità: “Guardando le rose delle altre, il Bologna può ben figurare e salvarsi in maniera agevole. I valori nel calcio vengono sempre a galla.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy