Maifredi: “Il Bologna ha fatto un campionato anonimo. Destro? Bisogna recuperarlo”

Maifredi: “Il Bologna ha fatto un campionato anonimo. Destro? Bisogna recuperarlo”

Le parole dell’ex allenatore rossoblu che oggi spegne 70 candeline.

L’ex allenatore del Bologna Gigi Maifredi oggi festeggia i suoi 70 anni. Per celebrare il suo compleanno la redazione di Radio Bologna Uno ha voluto intervistarlo: “Gli anni di Bologna sono quelli che rimarranno impressi nella memoria. Tre anni di grandissime soddisfazioni e grandissima allegria”.

Quest’anno il Bologna ha fatto un campionato anonimo – continua Maifredi – si è salvato ma non c’è stato nulla che abbia fatto sussultare i tifosi: questo non è bello per la piazza. La città ama il bello, non si merita una stagione così. Destro? È un giocatore importante che va recuperato a tutti i costi. Bisogna aiutarlo, io cercherei di invogliarlo a recuperare. Uno come lui è importante che faccia parte del Bologna in maniera positiva: trovare uno più forte di lui non sarà facile”.

Alcune considerazioni sul calcio di oggi: “Dovevano nascere tanti Maifredi invece sono nati tanti Sacchi. Non vivevo solo di calcio così lo interpretavo in maniera diversa dagli altri. Il mondo è cambiato intorno al calcio che è diventato un’affare di stato: gli si dà troppa importanza. In questo modo si carica troppo l’ambiente, i calciatori hanno bisogno di tranquillità mentale. Poi ci sono i giornalisti che devono creare polemica anzichè cercare le cause dei problemi: se non c’è polemica il giornale non vende. La situazione attuale è figlia di tutto questo”.

Juventus favorita per la Champions League? “È avanti anni luce rispetto agli altri. Proprietà cinesi a Milano? Per creare empatia con il popolo avranno bisogno di tempo, devono avere collaboratori italiani importanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy