Lucarelli: “Donadoni? E’ l’uomo giusto per il Bologna”

Lucarelli: “Donadoni? E’ l’uomo giusto per il Bologna”

L’intervista al Resto del Carlino del difensore del Parma. Lucarelli racconta il Donadoni allenatore.

Chi meglio di Alessandro Lucarelli può raccontare il Donadoni allenatore. Capitano a Parma e primo incontro professionale tra i due a Livorno nel 2005. Lucarelli garantisce: Donadoni è ideale per Bologna. “Lo conosco da dieci anni – ha affermato il difensore del Parma – vi posso dire che è l’uomo giusto per il Bfc, i progetti hanno bisogno di tempo ma anche di risultati immediati e lui sa coniugare le due cose. Non stravolge mai quando subentra, non ti racconta la sua idea di calcio ma la trasmette. Prendete ad esempio l’inserimento di Brienza per Donsah, è stato un messaggio ai giocatori: continuate a giocare e non preoccupatevi. Ha liberato le loro teste”. Lucarelli poi illustra i tre anni a Parma: “Vi tirerà fuori dai guai, è perfetto per un progetto pluriennale basato sui giovani. A Parma siamo cresciuti ogni anno, i vari Giovinco, Sansone e Jose Mauri sono venuti fuori con Donadoni. Anche Nainggolan a Cagliari iniziò con il mister”.

Lucarelli racconta poi la vera qualità di Donadoni: “La coerenza. Quello che dice fa e se non ti comporti allo stesso modo te lo rinfaccia, così non offre alibi. Ad esempio, ci fu un periodo in cui non mi faceva giocare ed io ero furibondo. Mi disse ‘oh, non mi saluti neanche più?’. Ne parlammo, capì le sue scelte e il rapporto ne uscì rafforzato”. Si passa al lato tecnico: “A Parma ha prediletto il 4-3-3 e il 3-5-2, sempre tradotti con un gioco propositivo e mai sviluppato sulle ripartenze”. Sul carattere del Donadoni tecnico: “Fa passare la sua personalità senza gridare, non ti sbatte mai in faccia ciò che è stato. Da quando lo conosco non gli ho mai visto sbattere i pugni sul tavolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy