Locatelli: “Donadoni grande tecnico. Su quel gol alla Juve vi dico che…”

Locatelli: “Donadoni grande tecnico. Su quel gol alla Juve vi dico che…”

L’intervista al Carlino di Thomas Locatelli

Doppio ex della sfida di domenica a Udine, Thomas Locatelli, intercettato dal Carlino, ha parlato del momento del Bologna, del suo allenatore e delle prospettive rossoblù.

Si parte dal tecnico: “Donadoni è soprannominato ‘osso’, questo spiega tutto. E’ capace di prenderli tutti per l’orecchio. Lo ricordo nel Milan, anno 1995-1996, io ero giovane, lui una delle stelle. Non mollava mai e quando si accorgeva che non stavo sul pezzo mi saltava al collo. Poi siccome siamo tutti e due di Bergamo mi parlava in dialetto. Inoltre, mi pare proprio abbia dato un gioco alla squadra, è bello vedere il Bologna”.

Per quanto riguarda la sfida con la Juve, Locatelli mette in guardia Bologna: “Prima c’è Udine, lo spogliatoio deve essere bravo a isolarsi. Classifica alla mano è quella in Friuli la partita più importante”. Poi un fioretto, perché Locatelli è ricordato per quel gol a Buffon del 2003: “Entro al posto di Signori, lo stadio non è d’accordo e si infuria, segno un pallonetto fantastico e Guidolin manda tutti a quel paese. Il giorno dopo ci siamo allenati con la Digos, ma nonostante il contesto io godevo ancora. Peccato che non abbiamo vinto. Stavolta se il Bologna ce la fa brindiamo, quella di Maccarone a dicembre è stata una scommessa. E’ mio amico e gli avevo detto che non avrebbe segnato, lui mi fa ‘se segno brindo assieme al nostro amico Rinaldi’ che è il proprietario dell’Old Bridge Pub”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy