Donadoni:”Vincerà chi sarà più squadra”

Donadoni:”Vincerà chi sarà più squadra”

Da Casteldebole le parole del mister rossoblu in vista di Bologna-Palermo

Conferenza stampa mattutina per mister Donadoni in vista di Bologna-Palermo.

Due settimane per ricompattarsi dopo un ciclo difficile, ora uno più facile: “Tutti i cicli sono abbordabili se li affronti con lo spirito giusto. Domani il Palermo verrà qui cercando di fare risultato. A detta di tutti è sempre stata una squadra che ha cercato di ottenere i risultati con il calcio. Dobbiamo smetterla di far regali. Sotto tutti i punti di vista domani dovremo fare una partita tonica, decisa, concentrata ”.

Sull’atteggiamento: “Dobbiamo essere convinti di ciò che facciamo. L’obiettivo è esprimere il meglio di quello che possiamo”.

Sui rientri: “La salute va al di la di ogni discorso, sono contento per Mirante. Oggi valuterò. Da qualche parte bisogna sempre ricominciare, Da Costa fin ad oggi, non avevo dubbi, è stato ammirevole. Se ho un dubbio? Ho vissuto molti rapporti conflittuali tra i portieri, ma qui c’è una competizione sana e una correttezza mai vista”.

Come vedo Destro e Maietta? Beh di Mimmo ho avuto la sensazione di un giocatore che stia bene. Ha voglia di giocare di esserci, è chiaro che però voglio avere delle certezze. In campo voglio uno che scenda convinto nei 90 minuti di poter dare il meglio. Destro ha detto anche al presidente che ha visto migliorare la condizione. Sta lavorando bene“.

Sugli infortuni: “Abbiamo avuto condizioni avverse. La prima cosa che mi preme è vedere i giocatori in salute, ma non possiamo piangerci addosso. Gli infortuni sono fastidiosi, ma ho altri giocatori per portare a casa punti e partite. Come ho detto all’inizio della stagione calma perché ci saranno momenti difficili. Ci vuole il giusto supporto e Bologna è un ambiente giusto”.

Errori? Bisogna lavorare, essere più concentrati. Dobbiamo essere bravi a non concedere errori. Testa bassa e lavorare senza troppi pensieri che ti portano a bloccarti. L’attenzione è fondamentale”.

Il cambio di modulo è un’eventualità?: “Fino a giovedì non abbiamo mai lavorato a ranghi completi. Non abbiamo avuto tempo per provare qualcosa di diverso.

Situazione infermeria:”Krejci non ha particolari problemi, Sadiq ha ripreso ieri. Ci sono 2/3 giocatori che non sono al top. Helander è fermo. Abbiamo convocato un ragazzo della Primavera”.

Su De Zerbi:”Quando una squadra ha una classifica complicata deve essere concreta. Mi aspetto una squadra tosta. I valori in campo più o meno li conosciamo. Una realtà come Palermo non può ragionare di individualità. Vincerà chi sarà più squadra’‘.

Sul tridente:”Rizzo sta bene. Abbiamo giocato diversamente a Roma. Mounier non è stato bene con la schiena e anche lui ha lavorato in maniera prudente. Rizzo è un candidato se non il candidato per quel ruolo”.

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy