Donadoni: “Serve il giusto approccio. Masina? Deve lavorare e ascoltare”

Donadoni: “Serve il giusto approccio. Masina? Deve lavorare e ascoltare”

Le parole dell’allenatore rossoblu in vista di Bologna-Sassuolo

In diretta da Casteldebole.

Sulle condizioni fisiche della squadra ”Verdi ieri si è allenato bene , è a posto; Krafth nei giorni scorsi ha avuto un po’ di febbre e sembra peggiorato. Questa settimana ha fatto quasi nulla. Mirante sta proseguendo il suo recupero, mentre Destro è ancora degente. Spero di averlo settimana prossima, sta lavorando in maniera ridotta per non aggravare la situazione

Sulla visita di Ventura ”Mi ha fatto piacere la visita di Ventura e la sua voglia di collaborare con le società per portare avanti un programma con logica, nonostante le problematiche di quel ruolo. E’ un’iniziativa intelligente per una collaborazione efficace con una nazionale che ha bisogno sempre di coltivare nuove generazioni. Abbiamo parlato dei giocatori del Bologna non della mia esperienza passata in Nazionale. ‘

Sassuolo come modello? Si , Bologna credo possa avere il vantaggio di avere una storia e un bacino di tifosi maggiore. Oggi e nel prossimo futuro dobbiamo sfruttare le nostre componenti e lavorare crescendo step by step seguendo i consigli di queste società”.

Di Francesco giocherà contro il padre? Se ci sono i presupposti giocherà dipende dalla situazione. Magari dal punto di vista sentimentale può essere coinvolto, ma non ha mostrato una differente dedizione negli allenamenti.”

Sugli errori con la Lazio: ”Con gli errori bisogna saper crescere.  Ci si può subito rimettere in discussione e mostrare qualcosa di meglio fin da subito. Trarranno benefici dall’esperienza.”

Il Sassuolo è più forte? ”E’ un’ottima squadra, parlano i risultati anche a livello europeo. Bisogna avere un approccio al 100%. Dipende da noi, gli avversari li conosciamo, giovani e di livello, e siamo vogliosi di misurarci con una realtà così. Nelle scorse gare abbiamo lasciato qualcosa sul campo e questo ci deve insegnare qualcosa.”

Non mi piace ragionare in funzione dell’avversario che ho di fronte. Bisogna determinare noi ogni volta le situazioni. La crescita che mi aspetto è questa, con questa convinzione si possono fare belle cose

Miglior avvio? Non faccio questi ragionamenti, cambiano molti variabili. In questo avvio potevamo guadagnare più punti

‘Ragazzi rossoblu in nazionale? Quando un CT mette gli occhi su qualcuno si ha una responsabilità maggiore. Bisogna essere semplici e sfruttare le occasioni per dare un contributo alla squadra. Non devono però emergere solo prestazioni personali ma fare un lavoro collettivo”.

Su Pascutti: ”So che ha rappresentato qualcosa di importante. Quando qualcuno soffre fa male a tutti e ti intristisce ancora di più. E’ stato un grande campione e noi siamo con lui in questa lotta.”

Su Masina e Viviani : Viviani lo inizio a veder meglio dal punto di vista fisico e con voglia di rendersi disponibile nonostante gli acciacchi. Spero di poterlo utilizzare. Masina ha fatto bene nel recente passato e parlavano tutti bene di lui anche l’anno scorso. Deve lavorare e ascoltare. E’ giovane deve crescere e questo discorso vale per tanti altri. ”

Come ho visto Sadiq all’Olimpico? Lavora con noi solo da una settimana. Con la Lazio è stato un assaggio. Mi aspetto qualcosa di diverso e anche lui è giovane e deve capire la realtà in cui si cala. Ci vuole un atteggiamento migliore, ma dall’oggi al domani non può cambiare. Deve maturare in fretta

Su Floccari ex della gara: ”I più anziani devono essere d’esempio per i giovani. Loro sono l’esempio del percorso e del comportamento che hanno. Sanno quando usare il fioretto e quando giocarle in altro modo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy