L’Italia un paese di vecchi? Vale anche in Serie A…

L’Italia un paese di vecchi? Vale anche in Serie A…

Il Chievo, la squadra più vecchia non solo d’Italia ma anche d’Europa.

Così come ha certificato l’Istat, di certo l’Italia non è un paese per giovani. Infatti nell’ultimo anno l’età media sta aumentando sempre di più subendo un saldo negativo delle nascite pari a quello del 1917-18, cioè della Grande Guerra. Non smentendosi poi, in ambito calcistico dove l’Italia è seconda a 27,1 di età media preceduta di poco solo dalla Turchia. In Serie A poi, il Chievo Verona si presenta come la squadra più vecchia non solo d’Italia ma anche d’Europa.

L’età media del Chievo è di 28.3 anni, seguita a 28 da Atalanta e Sassuolo. A metà classifica poi con 26.7 ci sono Bologna e Inter, la Fiorentina è tra le squadre più giovani con una media di 26.5, a seguire ci sono Carpi e Palermo ed infine la squadra più giovane è l’Empoli con 25,2 di media. Come pretendere altro dal Chievo se il suo portiere Bizzarri ne ha 38 di anni? “Mi sento bene, come la testa e come fisico, come se avessi vent’anni. Penso di poter andare avanti oltre i 40, l’importante è avere la passione e curare i dettagli. L’esperienza conta ma non è tutto. Se sono diventato titolare, è perché qualcuno ha capito che avevo altre qualità.” dichiara il giocatore gialloblu a Gazzetta.it.

Inoltre il Chievo, oltre a portare la bandiera in campo nazionale, si dichiara in testa alla classifica anche in ambito europeo, confermandosi la squadra più vecchia pure in Europa superando quota 30, presentandosi un’anno e sette mesi più vecchia anche degli spagnoli del Rayo Vallencano.

Il Cies, un centro studi nato vent’anni fa in Svizzera da un accordo tra la Fifa e l’università di Neuchatel con obiettivo lo scambio di informazioni europee in ambito socio-economico, delle rose e dei settori giovanili dei vari club, ha rivelato altre chicche come ad esempio che, i club ucraini sono quelli ad aver lanciato più debuttanti con la media del 2,29, i greci invece all’ultimo posto con 0,13. E poi Cipro è la nazione con più giocatori emigranti con 66,4%, a dispetto della Serbia dalla quale si muovono solo il 15,7% dei calciatori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy