L’ex rossoblù Mariani: “Le voci influenzano i giocatori”

L’ex rossoblù Mariani: “Le voci influenzano i giocatori”

Le parole di Pietro Mariani a Radio Nettuno.

Intervenuto a Passione Rossoblù su Radio Nettuno, l’ex rossoblù Pietro ‘Pedro’ Mariani ha risposto alle domande di Leo Vicari e degli ascoltatori.

Si parte da un ricordo della sua esperienza rossoblù: “La maglia del Bologna mi è rimasta attaccata, era il 1991 quando giocai con il rossoblù addosso. E’ stata una parentesi bella e che ricordo volentieri. Vivevo la città e ogni angolo aveva. e ha ancora, sempre sapori particolari. Venivo dal Brescia, feci bene e i dirigenti mi vollero a Bologna in A. Lì cominciò la mia seconda carriera. Fummo sfortunati in quell’anno, perdemmo tanti senatori per infortunio. Era stato costruito un mix che avrebbe raggiunto la salvezza tranquillamente, ma perdemmo Detari, Poli, Cabrini, Bonini, Notaristefano, Di Già e tanti altri. Esordirono dei quindicenni. Abbiamo lottato ma non siamo riusciti ad evitare la retrocessione”.

Sulla stagione attuale del Bologna: “Possiamo ritenerci soddisfatti di questa salvezza in attesa di tempi migliori – ha affermato Mariani – C’è stato un calo nel finale forse per poca chiarezza, le voci sui dirigenti influenzano i calciatori. Io sono stato calciatore, si legge e si sente tutto. Quando sei in scadenza e non sai cosa accade non vai in campo sereno. Il Bologna in questi anni ha avuto momenti difficili”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy