Le pagelle di Bologna-Chievo

Le pagelle di Bologna-Chievo

di Manuel Minguzzi e Marco Vigarani

BOLOGNA

AGLIARDI 6.5 – Concentrato e attento per tutta la partita, salva su Thereau in uscita. Unica sbavatura sul quasi autogoal di Garics.

GARICS 6 – Tranquilla giornata di lavoro in ufficio.

PORTANOVA 6+ – Discreta partita per il capitano. Buona gestione della fase difensiva, bravo a dirigere il reparto.

ANTONSSON 6.5 – Sempre attento in difesa, bravissimo a stoppare un tiro insidioso di Thereau nel primo tempo. Dalla sua parte non passa nessuno.

CHERUBIN 6+ – Come tutta la difesa la sua è una partita di attenzione e concentrazione.

PEREZ 8 – Migliore in campo. Sradica palloni a chiunque passi dalle sue parti. Sul secondo goal doppio capolavoro: rubata e assist. Se lui è questo la salvezza non sarà un miraggio.

KHRIN 6 – Concreto e solido davanti alla difesa. Prezioso in fase di copertura e diligente in fase di possesso palla.

DIAMANTI 7 – Combatte, si sbatte e prova a creare. Partita a tutto campo. Un paio di volte anche in versione terzino. (dal 42′ st. SORENSEN sv.)

KONE 7 – E’ lui il vero acquisto del mercato estivo del Bologna. Pressa, corre, crea pericoli e segna. Non si può chiedere di più. (dal 40′ st. PAZIENZA sv.)

GABBIADINI 7 – La sua rete da sola vale il voto in pagella. Utilissimo in attacco, combatte quando la palla ce l’avevano gli altri.

GILARDINO 8 – Doppietta, torna a suonare il violino. Due goal diversissimi: il primo simile a quelli che faceva Di Vaio, il secondo alla Inzaghi. (dal 33′ st. ACQUAFRESCA sv.).

ALL. STEFANO PIOLI 6.5 – Prepara bene la partita. Bravo nel scegliere Kone come sostegno del tridente offensivo disponendo in campo un Bologna compatto e nello stesso tempo pericoloso.

CHIEVO

SORRENTINO 5,5 – Difficile dare a lui qualche colpa sui gol subiti a parte forse sul quarto di Gabbiadini che lo supera con astuzia aiutandosi col palo.

SARDO 6 – Rischia la figuraccia in avvio lasciando libero Gabbiadini, ma poi non sbaglia praticamente più nulla costringendo il Bologna a girare al largo.

ANDREOLLI 4,5 – Il centrale clivense paga l’assenza dell’esperto compagno Dainelli commettendo alcune gravi ingenuità soprattutto sugli ultimi due gol degli avversari.

CESAR 5,5 – Cerca di sfruttare il fisico ma non riesce a mantenere a galla da solo un reparto praticamente rivoluzionato da squalifiche e infortuni.

JOKIC 5,5 – Diamanti cerca di farlo impazzire con il suo continuo movimento ma riesce a non concedere troppo spazio all’avversario.

GUANA SV – Per l’ex rossoblu il ritorno al Dall’Ara dura appena una decina di minuti: sfortunato. Dal 18’ Paloschi 5 – Entra per mettere in difficoltà gli avversari ma ci si ricorda di lui solo per il clamoroso palo colpito nel finale.

RIGONI 5,5 – Dovrebbe abbinare quantità e qualità per dare i ritmi alla squadra, ma il suo reparto viene surclassato da quello avversario.

COFIE 6 – Confermato titolare, il giovane ghanese riesce a non sfigurare nonostante il disastro gialloblu. Tanta corsa abbinata anche a sprazzi di buona tecnica.

STOIAN 6 –  È il migliore dei veronesi: dona velocità ed estro alla manovra d’attacco sacrificandosi anche in copertura su Diamanti. Non merita la sostituzione. Dal 52’ Pellissier 5 – Solo un colpo di testa alto sopra la traversa per l’ex bomber: il suo tempo forse è davvero finito.

VACEK 4,5 – Mossa a sorpresa di mister Corini che si rivela un regalo prezioso per il Bologna lasciando libero Kone di segnare il gol del vantaggio. Inutile per tutta la gara.

THEREAU 5 – Prova anche a pungere senza fortuna, ma perde palloni a ripetizione regalando anche a Perez l’occasione per lanciare Gilardino solo davanti a Sorrentino. Dal 65’ Luciano 6 – Entra a giochi ormai chiusi ma riesce comunque a dare qualche sprazzo di vivacità alla manovra gialloblu.

ALL. EUGENIO CORINI 5 – Pur avendo la difesa rivoluzionata, non riesce a impostare una mediana capace di fornire maggiore protezione e concede di fatto il campo al Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy