Le pagelle del Resto del Carlino: Maietta, Nagy e Verdi i migliori. Oikonomou da 4,5

Le pagelle del Resto del Carlino: Maietta, Nagy e Verdi i migliori. Oikonomou da 4,5

Queste le pagelle del Resto del Carlino

Lazio-Bologna è terminata 1-1. Queste le pagelle del Resto del Carlino. Voti alti per i rossoblù.

Da Costa 7,5. Salva almeno cinque volte da leone, su Immobile, Milinkovic-Savic, su un tocco di Pulgar preso sulla linea, su Anderson e nel recupero su Immobile. Sul rigore non può nulla.

Mbaye 6,5. Titolare a sorpresa risponde facendosi trovare pronto contro un avversario scomodissimo come Keita. Nella ripresa soffre come tutti.

Maietta 7. Solita prova di mestiere. Nella ripresa Helander non lo aiuta come dovrebbe, ma lui non vacilla. Unico esperto, guida i suoi da capitano morale.

Helander 6,5. Debutta anche lui e lo fa con un gol pesantissimo. Nel primo tempo rischia due volte, nella ripresa corre rischi che ne abbassano la valutazione.

Masina 5,5. Parte convinto, poi ricasca nelle solite amnesie, ma sembra condizionato da un problema alla gamba. Partecipa con Oikonomou al pasticcio finale che costa la vittoria.

Donsah 6. Dinamico, a volte arruffone, ma sempre generoso. Finisce presto la benzina. Da rivedere quando avrà più condizione.

Nagy 7. Sempre in moto. Poco appariscente ma preziosissimo nel ricucire e nel tamponare. Più passa
il tempo e più diventa inamovibile, nonostante la giovane età.

Taider 6,5. Tatticamente gioca una partita importante, specie quando la squadra deve pensare a contenere. Sempre attento, prova anche dalla distanza senza riuscire a metterci la potenza giusta.

Verdi 7. I pericoli del Bologna nascono tutti dalle sue giocate e per lunghi periodi riesce a fare bene anche il guastatore. Un altro giovane che è già insostituibile.

Floccari 5,5. Ci mette un po’ a ritrovare il ritmo gara, poi si scioglie e aiuta la squadra a salire, anche
non è ancora in condizione brillantissima.

Di Francesco 5,5. Generoso ma poco lucido, soprattutto nella ripresa quando i pochi palloni avuti a disposizione dovevano essere gestiti meglio.

SOSTITUZIONI: 

Sadiq 5.5. Non è pronto per correre come può, ed è ancora  fuori dal gioco rossoblù.
Pulgar 6. Entra per arginare al posto di Donsah ormai allo stremo, partecipa alle sofferenze della squadra.
Oikonomou 4.5. Il rigore non c’era, ma se avesse spazzato via invece che fare la solita giocata leziosa, Di Bello non avrebbe abboccato.

Donadoni 6,5. Sorprende con Helander, e ci vede bene. La squadra ha l’atteggiamento giusto e, soffrendo, regge l’urto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy