Krejci e Nagy, da titolari a riserve in pochi mesi

Krejci e Nagy, da titolari a riserve in pochi mesi

Nagy chiuso dal nuovo modulo, Krejci superato da Di Francesco.

Krejci e Nagy lo scorso anno erano titolari quasi inamovibili della formazione del Bologna, quest’anno invece sono scivolati nelle gerarchie e nelle prime uscite stagionali hanno trovato pochissimo spazio in campo. Come riporta Il Corriere di Bologna solo panchina fin qui per l’ungherese, leggermente meglio l’esterno ceco che ha messo insieme 25 minuti, 8 con il Torino e 17 con il Napoli.

Le ragioni di queste scelte da parte di Donadoni vanno ricercate nel cambio di modulo e nei giocatori presenti in rosa. Il 4-2-3-1 toglie infatti un posto a un centrocampista e necessita di giocatori muscolari e propensi all’interdizione, caratteristiche che non si addicono più di tanto a Nagy. Per questo gli vengono preferiti i vari Taider, Poli, Donsah e Pulgar. Krejci invece dopo una stagione da protagonista con tanti assist all’attivo è scivolato nelle gerarchie dietro a Di Francesco, talento in crescita già alla fine dello scorso anno.

Nel corso della stagione torneranno sicuramente utili, già la settimana prossima ad esempio quando ci saranno tre impegni ravvicinati potrebbero avere una chance di scendere in campo dal primo minuto, ma al momento i due talenti dell’Est restano riserve.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy