Juventus: la Champions non è una distrazione. Ecco i numeri…

Juventus: la Champions non è una distrazione. Ecco i numeri…

di Simona Morlino

La gara più attesa da tutta la tifoseria bolognese è sempre più vicina. Stiamo parlando ovviamente del big match al Dall’Ara tra Bologna e Juventus di Venerdì, dove i rossoblu sfideranno nell’anticipo della 27° giornata di Campionato i campioni d’Italia di Massimiliano Allegri.

La piazza è convinta che la squadra possa riuscire a fermare i bianconeri ormai inarrestabili dopo ben quindici vittorie consecutive. Tale considerazione viene fomentata da due fattori fondamentali: in primis la forza che il Bologna possiede da quando è arrivato mister Donadoni, in secondo luogo i bolognesi puntano su una scarsa concentrazione delle zebre in campionato in vista del match di Champions di mercoledì prossimo contro il Bayern. Ma sarà veramente così? La Juventus pecca di concentrazione nelle partite pre-Champions? Facendo una piccola statistica in realtà la Juve ha perso in pochissime occasioni.

Partiamo da quattro anni fa, nel campionato 2012/2013 la Juventus ha perso solamente il 03/11 in casa contro l’Inter 1-3; Partita precedente allo scontro in Champions allo Juventus Stadium vinta 4-0 contro il Nordsjaelland, unica sconfitta di quel campionato nelle partite precedenti agli scontri in Europa. Nel campionato successivo 2013/2014, precedentemente allo scontro del 23/10, perso poi al Barnabeau contro il Real Madrid, la Juventus è stata sconfitta in campionato all’Artemio Franchi di Firenze 4-2 contro i Viola, allenati allora da Vincenzo Montella. Champions League terminata molto presto per i juventini che persero ai gironi. Andò meglio invece l’anno scorso, dove i bianconeri arrivarono in finale contro i blaugrana del Barcellona perdendo 3-1; tuttavia durante il campionato 2014/2015, sono stati concentratissimi in tutte le sfide pre-Champions, perdendo infatti solo la sfida precedente a quella del 14/04 quando la Juventus vinse 1-0 contro il Monaco. La sconfitta arrivò contro il Parma allenato dall’attuale mister rossoblù Roberto Donadoni.

Paradossalmente, l’unica sfida in cui la Juventus ha avuto un momento di debolezza nel campionato scorso, è stata contro il Parma sulla via del fallimento e ormai retrocesso di Donadoni. In quell’occasione il mister Allegri aveva risparmiato precauzionalmente Tevez e Buffon, per poi essere punito al 15′ della ripresa dal goal di Mauri. “Non esistono sfide impossibili. Sappiamo di dover affrontare una squadra che è un rullo compressore, ma noi siamo qua, pronti”, ecco quali furono le parole del tecnico Donadoni durante la conferenza pre-partita, parole che si addicono al cento per cento all’attuale situazione del Bologna. Ciò che possiamo augurarci è che il mister grazie al suo carisma riesca a caricare ed a rendere consapevole la squadra rossoblu di poter vincere o quanto meno giocarsi la partita contro la Juventus.

Il bilancio totale delle vittorie delle partite pre-Champions, sin dal campionato 2012/2013 a quello attuale della Juventus, è di un numero considerevolmente maggiore a quello delle sconfitte. Infatti i bianconeri hanno vinto ben 23 partite antecedenti alla Champions League, pareggiandone 8 e perdendone solamente 5.

Per quanto riguarda i precedenti tra Bologna – Juventus, l’ultimo risale al campionato 2013/14 un turnover impegnativo per i bianconeri di Conte, i quali successivamente allo scontro del Dall’Ara dovevano affrontare il Galatasaray in Champions. Tuttavia ciò non implicò nulla, infatti la Juventus vinse in quel del Dall’Ara 0-2 battendo il Bologna allenato da Pioli.

In seguito a tale statistica, possiamo affermare che il fattore Europa non influisce considerevolmente nella concentrazione juventina e dovremo aspettarci una squadra concentratissima su questo campionato, anzi la quale cercherà di allungare i punti di distacco dal Napoli e di difendere questa tanto sudata vetta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy