Juve fermata a Parma, la Lazio si avvicina. Milan pari a Marassi

Juve fermata a Parma, la Lazio si avvicina. Milan pari a Marassi

Sembra riaprirsi questo campionato di serie a che fino a due settimane fa pareva saldamente in mano alla Juve di Antonio Conte. Bianconeri fermati a Parma in un match complicato per la vecchia signora al cospetto di una compagine, quella di Donadoni, non solo quadrata e ordinata, ma anche pericolosa e in grado di esprimere un buonissimo calcio. Vantaggio firmato Pirlo su punizione deviata da Biabiany, poi Vucinic perde un banale pallone a centrocampo, a volte il montenegrino appare proprio indisponente, dando via libera a Paletta che di esterno lancia Sansone. Bruciato Caceres in velocità,  l’attaccante parmense fulmina Buffon sul secondo palo. Finisce uno a uno con la Juve che si dimostra ancora una volta poco cinica e sottotono rispetto a quella schiacciasassi di dicembre. Ne approfitta immediatamente la Lazio che batte, a fatica, l’Atalanta all’Olimpico. Polemiche sul primo goal, quello di Floccari, per via di un tocco di mano sul controllo in area. Il raddoppio arriva su autogoal di Brivio.

Bene anche il Napoli che liquida tre a zero il Palermo al San Paolo e si riporta a meno cinque dalla Juve. Vantaggio di Maggio, poi Inler e Insigne. Cadono invece la Roma a Catania, Gomez al 61′, e la Fiorentina a Udine. Vantaggio firmato Gonzalo Rodriguez, pari di Di Natale su rigore, raddoppio sempre del capitano e tre a uno definitivo di Muriel grazie alla papera di Neto. Nel posticipo il Milan non passa a Genova con la Samp, finisce zero a zero. Decisamente più pericolosi i padroni di casa che impegnano severamente Abbiati in almeno quattro occasioni. Nello scontro salvezza invece il Cagliari batte in rimonta il Genoa grazie a Sau e Conti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy