In attesa di Destro

In attesa di Destro

Non ha ancora segnato, tira poco: l’enigma Mattia Destro non è ancora stato risolto. Deficit di condizione? Sintonia da affinare con i compagni? Troppo lavoro in aiuto alla squadra? Le domande sono tante, ma considerando quanto ha investito il Bologna per Destro forse è lecito farsele. Cosa sta limitando il bomber proveniente dalla Roma? Difficile trovare una risposta univoca, di sicuro possiamo notare come palloni giocabili per lui giungano con il contagocce, soprattuto se si considera il fatto che il Bologna attacca sulle fasce solo per il 20% delle azioni offensive. Poco per un rapace da area di rigore. Rossi parla di continui progressi, e in effetti, quella di domenica contro l’Udinese- anche senza tiri in porta – è stata  forse una delle più convincenti partite di Destro in maglia rossoblù. Ha lavorato per la squadra, ha pressato, ha giocato anche di sponda (una palla che Brienza ha sprecato) e si era fatto trovare in area al momento giusto (ma Ciccio non gli ha servito un facile assist). La domanda che ci possiamo fare allora è: il gioco di Delio Rossi valorizza un attaccante con queste caratteristiche? Forse no, il mister chiede molto sacrificio alla squadra in fase di non possesso palla, un lavoro oscuro che tendenzialmente sfianca qualsiasi attaccante, che paga le conseguenze arrivando poco lucido in zona gol. Destro poi paga i paragoni che subito si scatenano in città con i suoi predecessori, dicasi Baggio, Signori e Di Vaio, un fattore che limitò i vari Bianchi ed Acquafresca che però tecnicamente sono inferiori a Destro. Forse, per davvero la cura a tutti i mali di Mattia è una sola: il gol. Sbloccarsi, gonfiare la rete avversaria, potrebbe voler dire rivitalizzare di nuovo un attaccante che nell’ultimo anno non ha quasi mai giocato titolare, un altro aspetto che ha reso difficili queste prime partite per Mattia. Chissà, tutti pensano ad alchimie tattiche o schemi innovativi per mettere Destro nelle migliori condizioni, ma probabilmente la soluzione reale è quella più semplice di tutte: segnare il primo gol.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy