Il Resto del Carlino, i migliori e i peggiori

Il Resto del Carlino, i migliori e i peggiori

6 per Maietta, Nagy, Viviani, Krafth e Di Francesco. Insufficienza per Torosidis, Masina, Mounier e Destro

Questi i migliori e i peggiori secondo il Resto del Carlino.

I MIGLIORI
Maietta 6. Sbaglia poco, fa a sportellate con Mchedlidze, per il resto guida con la solita tranquillità il reparto.
Nagy 6. Insostituibile nel lavoro di cucitura del gioco, corre instancabilmente per tutta la partita. Unica pecca un paio di ultimi passaggi fuori misura, nel finale di partita, che avrebbero potuto mettere i compagni davanti al portiere.
Viviani 6. Fa molto bene il lavoro di francobollo su Saponara, e infatti i rari pericoli creati dall’Empoli nascono quando il trequartista trova un po’ di spazio. Meno brillante in fase di impostazione. Sfiora il gol con una rasoiata su una respinta.
Krafth 6. Entra al posto di Masina, si piazza a destra e subito riesce a spingere bene, regalando il cross su cui Destro spreca la vera palla decisiva.
Di Francesco 6. Anche lui non è sempre preciso, ma porta dinamismo e voglia di mordere.

I PEGGIORI
Torosidis 5,5. Primo tempo sui soliti standard delle ultime settimane, ampiamente al di sotto della sufficienza.
Masina 5,5. Non fa tanti errori, tiene abbastanza con ordine la posizione ma si poteva fare molto meglio,
Mounier 4,5. Corre a vuoto, non riesce a fare male né a provocare mai la superiorità numerica. Quando viene sostituito proprio da destra arrivano le azioni più pericolose per i rossoblù.
Destro 5,5. Corre e partecipa più del solito, si lamenta anche di più con i compagni per i palloni imprecisi che non gli arrivano, chiede un rigore che ci stava. Poi quando ha l’occasione pulita la tira fuori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy